Curiosita' 6 commenti

Come mai in Austria (quasi) nessuno possiede una carta di identità?

In Italia il possesso della carta di identità è una cosa normale, direi quasi ovvia, mentre se provate a chiedere a qualche amico o conoscente austriaco di mostrarvi la sua quasi sicuramente vi guarderà con occhi stupiti.

In Austria infatti pochissime persone posseggono una carta di identità (e alcuni nemmeno sanno cosa sia o a cosa serva).

Questo è dovuto principalmente al fatto che in Austria – al contrario dell’Italia e altri Paesi come per esempio la Germania – non sussiste l’obbligo di riconoscimento (Ausweispflicht).

In Italia in base alle leggi di pubblica sicurezza ogni cittadino è obbligato ad esibire un documento che lo identifichi univocamente, e si è quindi affermato l’uso di avere una carta di identità sempre con sè.

Un’altro motivo per cui l’uso della carta di identità non si è mai affermato in Austria e dato dal fatto che sulle carte di identità austriache non è mai stato presente l’indirizzo di residenza, mentre fino al 2006 questo veniva riportato sia sul passaporto che sulla patente. Nei casi in cui fosse stato necessario presentare il proprio luogo di residenza sarebbe quindi stato necessario avere con se oltre al documento di riconoscimento anche il proprio certificato di residenza (Meldezettel).

Per questi motivi in Austria al momento in base alle statistiche solamente un decimo della popolazione possiede una carta di identità ed è quindi normale per gli austriaci muoversi anche all’interno dell’Unione Europea portando con loro il passaporto.

E’ interessante sapere che l’obbligo di riconoscimento e quindi la carta di identità non è obbligatoria anche in molti altri Stati, come per esempio la Svizzera, gli Stati Uniti o la Gran Bretagna, in base all’idea che questo implichi un controllo eccessivo da parte dello stato nella sfera privata dei cittadini.

Conoscete qualche austriaco che possiede una carta d’identità?

Sport 2 commenti

Le migliori sale da bowling a Vienna

Quando a Vienna fa freddo ma non c’è più l’ombra della neve, un’attività divertente per non ibernarsi tra le stradine del centro o davanti ad un Würstelstand è raccogliere un paio di amici e andare a giocare a bowling.

A Vienna le migliori sale da bowling dove poter respirare la vera e propria cultura americana tra strikes, birra e divertimento sono il Brunswick Bowling al Prater e il Ocean Park Bowling all’interno della Millennium City.

Brunswick Bowling

La catena internazionale di sale da bowling Brunswick Bowling è presente a Vienna con due filiali, una in Schumanngasse 107 nel 17. distretto e l’altra all’interno del Prater (Hauptallee 124 – 2. distretto).

Qui è possibile giocare tutti i giorni fino alle 2 di notte, il costo per una partita è tra € 3,20 e € 4,20 (in base al giorno e ora della settimana), il noleggio delle scarpe è di € 2,20.

E per chi non ha ancora giocato a bowling o vuole migliorare le proprie capacità è possibile ogni sabato imparare le basi del gioco con un istruttore ad un prezzo ridotto.

Nella sala sono presenti anche vari tavoli da biliardo (€ 8,- l’ora) e una zona ristorante dove è possibile provar molti piatti tipicamente americani come mega cheesburger o club sandiwches.

Ocean Park Bowling

L’Ocean Park Bowling all’interno della Millennium City offre piste da bowling di buon livello a prezzi imbattibili: prime delle 16:00 ogni partita costa solo € 1,– e fino alle 18:00 € 2,- (negli orari seguentio i prezzi sono simili a quelli del Brunswick Bowling). Il noleggio delle scarpe costa € 2,20.

Oltre al bowling è possibile divertirsi con biliardo, hockey da tavoli, freccette, ping-pong e calcetto oltre ad una notevole area di ristoro per trascorrere una bella serata in compagnia.

Altre sale da bowling a Vienna

Oltre alle due descritte a Vienna è possibile trovare molte altre sale da bowling nei vari distretti della città, ecco alcuni indirizzi:

SKYLINE Bowling & Billard 
Albert Schweitzer Gasse 4 1140 Wien

Cumberlandbowling
Cumberlandstraße 102 1140 Wien

PLUS Bowlinghalle Wien
Beheimgasse 5 1170 Wien F

LORIDO Bowling Center
Pitkagasse 4 1210 Wien

Conoscete altre sale da bowling a Vienna da consigliare?

Notizie Lascia un commento

2012: l’anno di Klimt a Vienna

Per festeggiare il 150. anno dalla nascita di Gustav Klimt (1862 – 1918), durante tutto il corso del 2012 i più importanti musei di Vienna dedicheranno varie mostre al genio della pittura viennese.

Wien Museum

Mostra: Klimt. Die Sammlung des Wien Museum. Dal 16. maggio al 16. settempre 2012
Durante la mostra verranno esposti una selezione della collezione del museo delle opere di Klimt, tra cui il ritratto di Emilie Flöge, vari manifesti e stampe, maschere mortuarie e il ritratto del deceduto Klimt da parte di Egon Schiele. La parte più importante dell’esposizione sarà dedicata alla più grande raccolta al mondo di fogli preparatori e schizzi di Klimt – con più di 400 fogli – che verrà mostrata per la prima volta al pubblico nella sua interezza.
Informazioni: www.wienmuseum.at

Österreichische Galerie im Schloss Belvedere

Mostra: Gustav Klimt/Josef Hoffmann. Pioniere der Moderne. Dal 25. ottobre 2011 fino al 4. marzo 2012
Fino ad inizio marzo sarà ancora possibile ammirare le opere nate dalla collaborazione tra Gustav Klimts e Josef Hoffmann, architetto e fondatore delal Wienre Werkstätte.

Mostra: 150 Jahre Gustav Klimt. Dal 12. luglio 2012 al 6. gennaio 2013
Per festeggiare il giubileo il Belvedere prevede una mostra speciale completamente dedicata a Klimt in cui tutta la collezione del museo verrà presentata al pubblico.
Informazioni: www.belvedere.at

Kunsthistorisches Museum

Mostra: Gustav Klimt im Kunsthistorischen Museum. Dal 14. febbraio al 6. maggio 2012
Il museo presenta una mostra incentrata sul periodo “medio” di Klimt, e sulla creazione dei 13 dipinti che ricoprono le scalinate del Kunsthistorischen Museum.
Informazioni: www.khm.at

Albertina

Mostra: Klimt-Zeichnungen. Dal 14. marzo al 10. giugno 2012
L’esposizione si concentra sui disegni di Klimt presentando gran parte delle 170 opere appartenenti alla collezione del museo oltre ad altri capolavori da collezioni private.
Informazioni: www.albertina.at

Leopold Museum

Mostra: Gustav Klimt. Eine (Zeit) Reise. Dal 24. febbraio al 27. agosto 2012
La mostra presenta in particolare una selezione dell’eredità di Emilie Flöges – amante di Klimt – e in particolare una raccolta epistolare con l’artista. Inoltre verranno esposte le opere già appartenenti al museo, tra cui il famoso quadro “Tod und Leben”.
Informazioni: www.leopoldmuseum.org

Künstlerhaus

Mostra: Klimt und das Künstlerhaus. Dal 6. luglio al 2. settembre 2012
Nel corso della mostra verrà presentata una documentazione sull’opera di Gustav Klimt alla Künstlerhaus, dove fu attivo dal 1891 al 1897.
Informazioni: www.k-haus.at

Klimt Villa

L’ultimo e ancora intatto Atelier di Gustav Klimt a Vienna permette ai visitatori di prendere visione del modo di vivere ed i lavorare dell’artista.
La casa verrà riaperta nell’estate 2012 dopo lavori di ristrutturazione.
Informazioni: www.klimt.at

Conoscete altre mostre o manifestazion dedicate a Gustva Klimt che si terranno quest’anno a Vienna?

Eventi 12 commenti

Evento: Cena italiana a Vienna

Le vacanze natalizie son passate da un po’, quelle pasquali son lontane, fa freddo e la citta’ e’ un po’ triste.

E’ il momento di muoversi e organizzare qualcosa per rallegrare un po’ questo grigio (e bianco) inverno viennese.

Che fate il 24 Febbraio? Avete impegni? Disditeli e venite con noi, questa volta si va a mangiare italiano! Non ci sono scuse o Schnitzel che tengano.

Ci troviamo Venerdi’ 24 Febbraio alle 20:00 al ristorante Federico II (Krieglergasse 14, 1030 Vienna – http://federicosecondo.eu/).

Per raggiungere il ristorante prendete il tram O oppure l’1 fino a Radetsky Platz. Da li’ sono pochi minuti a piedi.

Il ristorante si trova a due passi dal Kuns Haus Wien, Museum Hunderwasser.

Per motivi organizzativi vi prego di comunicare la vostra partecipazione entro lunedì 20. febbraio tramite l’iscrizione all’evento “Cena degli Italiani a Vienna” su Facebook. 

Se preferite potete anche comunicarmi che ci sarete tramite un commento a questo articolo oppure inviandomi un messaggio privato tramite la pagina dei contatti.

Ricapitoliamo:
Cosa: Cena Italiana a Vienna
Quando: 24. Febbraio, ore 20:00 (iscrizioni fino al 20. Febbraio).
Dove: Ristorante Federico II (Krieglergasse 14, 1030 Vienna).

Vi aspettiamo numerosi!
Claudia & Paolo

Curiosita' Lascia un commento

Medaglie “fai da te” per i ministri austriaci

Anche in Austria, come in Italia, si è di manica piuttosto larga in fatto di onorificenze, da quelle più modeste (come il nostro cavalierato) a quelle di altissimo rango, conferite a personalità illustri della politica, della scienza, della cultura, per straordinari servizi offerti alla collettività.

Vi sono poi onorificenze attribuite dai Länder. Tre anni fa, per esempio, la massima onorificenza della Bassa Austria fu consegnata in una solenne cerimonia al germanista e scrittore triestino Claudio Magris.

La differenza tra Italia e Austria è che qui le onorificenze ricevute non finiscono nel cassetto, ma si esibiscono orgogliosamente sul petto in tutte le cerimonie pubbliche ufficiali, ma anche in alcune manifestazioni mondane.

Al Ballo dell’opera, per esempio, al culmine del carnevale viennese, la grande sala del teatro sul Ring è tutto uno scintillio di croci e stelle d’oro e d’argento, mentre i ministri – ma solo quelli in carica da almeno 5 anni – portano sotto la giacca del frac la sciarpa con i colori rosso-bianco-rosso della nazione.

Le onorificenze più importanti, quelle federali, sono disciplinate da una legge del 1952 e vengono consegnate nella Hofburg dal Capo dello Stato in persona. Del resto, a chi ha meritato l’onorificenza per i grandi servizi svolti in favore della collettività è giusto che sia consegnata dalla massima autorità dello Stato e con tutti gli onori.

In questa settimana l’onore è toccato anche al cancelliere in carica e, con lui, al vicecancelliere, a cinque ministri e a un sottosegretario. In pratica, il governo al completo, meno i membri già insigniti dell’onorificenza. È parso dunque strano che l’evento sia stato tenuto quasi nascosto. L’unica comunicazione ufficiale uscita dalla Hofburg è stata piuttosto vaga: “Il presidente federale consegna onorificenze a membri del governo”. Nessun nome, nessuna spiegazione. Esclusi fotografi e giornalisti.

Il mistero è durato poche ore. Si è saputo chi erano gli insigniti e chi li aveva insigniti. L’onorificenza se l’erano data da sé, con un decreto del consiglio dei ministri di cui essi fanno parte. Lo prevede la legge che sia il governo a proporre i benemeriti al Capo dello Stato, ma dando per scontato che i destinatari siano altri. Invece i ministri del governo in carica hanno pensato di trovarsi in un self service.

Non è stata una scelta facile, a quanto pare, e se ne sono vergognati, tanto da non volere giornalisti e fotografi alla cerimonia di conferimento. Ma era un passo doloroso, che andava fatto con urgenza, per arrivare in tempo al Ballo dell’opera, a cui mancano ormai pochi giorni, e poter sfoggiare la stella dorata sul frac.

Fonte: Austria Vicina

Lavoro 28 commenti

Abfertigung: il trattamento di fine rapporto (liquidazione) in Austria

Anche in Austria c’è il TFR (trattamento di fine rapporto o liquidazione). Se a voi questo sembra normale, io chissà perché lo ignoravo e mi ero convinto che non fosse previsto.

Grazie ad Andrea che ha lasciato un commento sull’articolo  relativo ai contratti di lavoro in Austria ho scoperto che mi sbagliavo.

Ogni giorno – anche grazie a voi lettori – sono felice di imparare qualcosa di nuovo sull’Austria e di poterlo raccontare a voi:

In base alla legge austriaca (Betriebliches Mitarbeiter- und Selbständigenvorsorgegesetz), a partire dal 2. mese di impiego il datore di lavoro versa tra i contributi previdenziali l‘1,53% dello stipendio lordo ad una cosiddetta  “Abfertigungkassa”.

Questa raccoglie i fondi della liquidazione in un conto personale del singolo lavoratore, i quali ricevono gli interessi e le tasse come un normale conto bancario. Annualmente il datore di lavoro deve comunicare ai singoli dipendenti la somma presente nel conto e eventualmente come questi vengono investiti.

L’Abfertigung può essere generalmente riscattato alla conclusione di ogni rapporto di lavoro, ma solamente se sono già stati versati almeno 3 anni di contributi (in totale, quindi indipendentemente dalla durata e dal numero dei contratti di lavoro).

Se non sono stati raggiunti i 3 anni, l’Abfertigung rimarrà presso l’Abfertigungskassa e continuerà ad accumularsi tramite il nuovo datore di lavoro.

E’ inoltre possibile chiedere un riscatto dell’Abfertigung nei seguenti casi:

  • Pensionamento
  • Raggiungimento del 62. anno di età
  • Se non si hanno versato contributi alla Abfertigungskassa da almeno 5 anni.

Quest’ultimo caso può essere interessante nel caso lavoraste a Vienna (meno di 3 anni) e poi tornaste in Italia. In questo caso potreste richiedere la liquidazione dopo 5 anni dal termine del contratto di lavoro.

Al momento del riscatto dell’Abfertigung è possibile scegliere tra una delle seguenti varianti:

  • Riscatto del capitale accumulato
  • Nuovo investimento del capitale
  • Trasferimento del capitale in un fondo pensione (Pensionskassa)

Se volete sapere a quanto ammonterà la vostra liquidazione, è possibile calcolarne una somma approssimativa tramite un semplice strumento interattivo della Arbeiterkammer al seguente indirizzo: abfertigung.arbeiterkammer.at

Come sempre vi ricordo che non sono un esperto di contratti di lavoro o di leggi austriache  e quindi ogni vostro commento e precisazione è il benvenuto.

Eventi Lascia un commento

Eventi e concerti a Vienna // 3.2 – 9.2.2012

Anche se il freddo polare di questi giorni invoglia a rimanere chiusi in casa, Vienna offre ogni giorno nuove attività da scoprire.

Ecco alcuni degli migliori eventi e concerti da non perdere a Vienna per la prossima settimana:

Venerdì 3. Febbraio

Per gli amanti della moda Pia Mia presenta la nuova collezione primavera/estate 2012 durante la serata conclusiva del Kollegs Modemanagement Michelbeuern.
La serata inizia alle ore 19:00, il “mode-show” alle 20:00 all’interno del WUK Projektraum. A seguire musica francese con „Et les oiseaux du nord“.
Info: http://www.facebook.com/events/219930198095839/

Dalle 23:00 all’1:00 si può ammirare (solo fino a sabato 4. febbraio) la mostra “Orte der Armut” all’interno della Pratersauna Art Space.
La mostra fotografica vuole portare l’attenzione sui problemi di povertà in Austria.
Info: http://jungevolkshilfe.at/2011/11/04/orte-der-armut/

Sabato 4. Febbraio

Il cinema Admiral Kino organizza durante il fine settimana un “Kinoflohmarkt“, con manifesti, magliette, libri, cd e molto altro raccolto nel magazzino degli ultimi anni.
Aperto sabato 4. e domenica 5. febbario dalle ore 13:00.
Info: http://www.admiralkino.at/

Al Burgtheater si tiene la prima di “Das fliegende Kind” di Roland Schimmelpfennigs, un requiem poetico sulle grandi città e sulla modernità.
Info: http://www.burgtheater.at/Content.Node2/home/spielplan/event_detailansicht.at.php?eventid=1309947

Domenica 5. Febbraio

Come tutte le prime domeniche del mese, è possibile visitare gratuitamente tutti i musei appartenenti al Wien Museum:
Info: https://www.quivienna.com/informazioni-utili/i-musei-gratuiti-di-vienna/

Lunedì 6. Febbraio

Il bassista dei Rolling Stone Darryl Jones suonerà a Vienna con il suo progetto indipendente Darryl Jones’ Stone Raiders al Porgy and Bess.
Un trio da non perdere per tutti gli amanti della buona musica.
Inizio ore 20:30, biglietti € 20.
Info: http://porgy.at/

Martedì 7. Febbraio

Freddo permettendo, potrebbe essere la serata giusta per pattinare: il Wiener Eistraum davanti al Rathaus è aperto fino al 4. marzo.
Info: https://www.quivienna.com/eventi/pattinare-sul-ghiaccio-a-vienna-winer-eistraum-2012/

Mercoledì 8. Febbraio

Per gli amanti della musica Hardcore gli Agnostic Front terranno un concerto allo Szene Wien.
Biglietti da € 21,-
Info: http://www.planet.tt/PMMP/detailview_szene.php?event_id=4718

Giovedì 9. Febbraio

Gli The A.MEN (insieme a Cajun Red Stars) saranno in concerto al Chelsea con il loro nuovo album “Challenger” a partire dalle 21:00.
Biglietti da e 8,-
Info: http://www.chelsea.co.at/concerts.php#concert_4060

Gli Asking Alexandria potano la musica underground di Londra a Vienna in un concerto all’Arena da non perdere.
Biglietti da € 20,-
Info: http://arena.co.at

Conoscete altri eventi che si terranno questa settimana da consigliare?

Scuola Un commento

Ripetizioni scolastiche gratuite per bambini e ragazzi a Vienna

Tutti i genitori che hanno bambini o ragazzi a scuola sanno che a volte è necessario aiutarli con qualche ripetizione scolastica.

Purtroppo spesso le ore di lezione con un’insegnante privato possono essere molto care e non alla portata di tutti.

Fortunamente a Vienna esistono varie associazione che offrono ripetizioni scolastiche gratuite. Ecco alcune delle possibilità:

Nachbarschafts- und Jugendzentren

I Nachbaschafts- e Jungezentren sono luoghi di incontro per giovani e adulti situati in varie zone di Vienna. Oltre a manifestazioni culturali, incontri e assistenza, a volte vengono offerti anche corsi di ripetizione scolastica. Maggiori informazioni le trovate sui siti http://www.nachbarschaftszentren.at/ e www.jugendzentren.at/

Wiener Lerntafen

La Wiener Lerntafel è un’associazione che offre ripetizione scolastiche a bambini di famiglie con basso reddito. Il centro dove si tengono le ripetizioni è al Gasometer. Maggiori informazioni sul sito http://www.lerntafel.at/

Caritas Wien – Mädchencafé *peppa

Il centro di integrazione *peppa nel 16. distretto offre un vasto programma culturale per ragazze dai 10 ai 20 anni. Oltre a workshops, gite e incontri viene offerto anche un aiuto diretto per i compiti e la scuola in generale. Informazioni e orari presso il sito ufficiale della Caritas Wien.

Interface Wien

L’associazione Interface ha come obiettivo l’aiutare l’integrazione nella scuola di bambini e adolescenti provenienti da famiglie immigrate. Maggiori informazioni su http://www.interface-wien.at/

Projekt Isis

Il progetto Isis delle Volkshochschule Wien aiuta studenti delle superiori con ripetizioni gratuite in varie materie. Le ripetizioni vengono fatte in piccoli gruppi in modo da poter aiutare tutti i partecipanti e allo stesso tempo creare una integrazione e nuove amicizie. Maggiori informazioni sul sito http://www.vhs.at/vhs15_projekte.html

Conoscete altre associazioni di Vienna che offrono ripetizioni scolastiche gratuitamente?

Lavoro 2 commenti

Bildungsgutschein: 100 euro per corsi di aggiornamento a Vienna

La Arbeiterkammer Wien offre annualmente a tutti i propri soci il cosiddetto Bildungsgutschein, un buono di € 100,-per seguire gratuitamente o a prezzo ridotto corsi di aggiornamento e perfezionamento.

L’iscrizione alla AK Wien avviene automaticamente per tutti coloro che sono impiegati in un’azienda di Vienna ma la richiesta per il Bildungsgutschein deve essere fatta personalmente.

Questa può essere fatta sia online  che per telefono – il numero lo trovate sulla pagina dei contatti della Arbeiterkammer Wien.

Per richiedere il buono è necessario presentare il proprio numero di associato, che trovate sulla rivista mensile della Arbeiterkammer che dovreste ricevere mensilmente a casa. Se non vi arrivasse, potete richiedere sia la rivista che il numero presso la sede centrale o i centri di consulenza più vicini a voi.

Il buono viene accettato da molte organizzazioni di Vienna, per esempio Volkshochschulen, BFI e WIFI. I corsi che sono sovvenzionati hanno sempre il simbolo della Arbeiterkammer con la scritta “AKPlus“.

La scelta dei corsi è varia, dai corsi di tedesco per tutti i livelli a quelli di informatica, ma vengono anche offerti corsi di altre lingue straniere o di perfezionamento per vari tipi di lavoro.

Una lista di tutti i corsi a cui è possibile accedere a prezzo scontato grazie al Bildungsgutschein è presente sulla pagina ufficiale della Arbeiterkammer, qui trovate anche il catalogo dei corsi che iniziano nella primavera 2012.

Vi ricordo infine che per tutti coloro che sono in aspettativa di maternità – padri compresi – vengono aggiunti altri € 50,- di buono, così da poter utilizzare questo periodo oltre che con i figli anche per perfezionare le proprie conoscenze.

 Avete già utilizzato il Bildungsgutschein ? Quali corsi potete consigliare?

Notizie Lascia un commento

Un anno di QuiVienna: grazie!

Esattamente un anno fa scrivevo il primo articolo di QuiVienna, iniziato come piccolo progetto personale come luogo dove raccogliere informazioni in italiano su Vienna.

In un solo anno le mie aspettative sono state più che superate: ho scritto 98 articoli che sono stati letti da più di 19.000 visitatori. Sono stati lasciati più di 200 commenti e il gruppo su Facebook ha già più di 360 fans.

In quest’anno la cosa che mi ha fatto più piacere è stato sicuramente conoscere molti di voi: italiani che vivono a Vienna da tanto tempo, altri che sono arrivati nel 2011 e molti altri che mi chiedono informazioni e consigli per trasferirsi dall’Italia in questa magnifica città.

Tutto questo è stato possibile soprattutto grazie a voi lettori: i vostri commenti e messaggi sono sempre fonte di motivazione e di nuove idee per portare avanti questo progetto, grazie!

Concludo con qualche proposito per il nuovo anno:

  • Scrivere almeno 100 articoli.
  • Organizzare almeno un’incontro al mese di italiani a Vienna.
  • Trovare almeno un collaboratore al blog.
  • Raggiungere 1000 fans su Facebook.

Ci riusciremo?