Eventi Lascia un commento

Festival del Jazz di Vienna 2011

Anche quest’anno l’estate di Vienna è all’insegna del Jazz: dal 15. giugno al 17. luglio si terrà l’annuale festival del Jazz (Jazzfest Wien 2011) con star di altissimo livello e fama internazionale: il festival verrà aperto il 15. giugno da Marianne Faithfull che presenterà il suo nuovo album. Il 23. giugno sarà la volta di Cesaria Evora alla Konzerthaus con le sue ballate dall’isola di Capo Verde.

Grandi star sono attese anche all’Opera di Vienna: in questa sfarzosa cornice lascieranno suonare le loro chitarre Al di Meola e Earl Klugh, Cyndi Lauper presenterà un programma a base di blues e infine la diva americana Liza Minelli ritorna finalmente a cantare a Vienna.

Indimenticabili concerti sono attesi anche da parte delle star del Soul e R’n’B Seal, Bryan Ferry, Madleine Peyroux, Trompeter Till Brönner, Omara Portuondo e Chucho Valdes.

Anche l’Arkadenhof del Rathaus ospiterà alcuni artisti da non perdere, come il pianista Dr. John o la leggenda del soul Bettye LaVette.

Per tutti gli appassionati del jazz ci saranno inoltre molti altri concerti ed eventi: da non perdere sono sicuramente i concerti gratuiti al Summer Stage sul canale del Danubio (U4 Rossauerlände) e davanti al Rathaus.

Il programma completo lo trovate sul sito ufficiale www.viennajazz.org

Eventi 2 commenti

Cinema all’aperto a Vienna 2011

Il cinema all’aperto durante il periodo estivo è una delle attività più apprezzate dai cittadini viennesi, e per questo motivo anche per il 2011 l’offerta è ampia e variegata.

Di seguito una lista dei film festival più interessanti presenti a Vienna:

Volxkino : per il 22. anno consecutivo il Volkxkino presenta da fine maggio a settembre in varie piazze di Vienna una rassegna con più di 100 film, tutti ad ingresso gratuito. L’inizio delle proiezioni è tra le 19:30 e 21:30.

Kino am Dach : dal 1. giugno è iniziata la rassegna sul tetto della bibioteca centrale di Vienna (Hauptbücherei), quest’anno con il motto “Viaggi”. Da segnalare la proiezioni di alcuni film in italiano (con sottotitoli), tra cui Amarcord di Federico Fellini, L’uomo delle Stelle di Giuseppe Tornatore e Uccellacci e Uccellini di Pier Paolo Pasolini. L’inizio delle proiezioni è alle 21.30 per giugno e luglio e alle 21.00 in agosto. L’ingresso è di € 7,5 e di € 6 ridotto.

Science Fiction im Park : anche quest’anno dal 6. all’11. giugno verranno proiettati vari film di fantascienza nel Bruno-Kreisky-Park del distretto Margareten. Il tema della rassegna è quest’anno incentrato sui film giapponesi, da Godzilla ad Evangelion. L’ingresso è gratuito, le proiezioni iniziano alle ore 21:30.

Kino im Schloss : nella interessante atmosfera del castello Neugebäude (1110 Wien, Otmar-Brix-Gasse 1), viene presentata una rassegna di film famosi degli ultimi anni, tra cui “Black Swan” e “The Tourist”. L’ingresso è 8 €, il lunedì € 6. L’inizio delle proiezioni è alle 21:30.

Kino wie noch nie : dal 30. giuno al 14. agosto anche quest’anno nel parco dell’Augarten (2. distretto) si terrà una rassegna molto variegata: tra film classici e nuove scoperte verranno mostrati tra l’altro classici del cinema muto, uno speciale di video film girati con il telefonino e una rassegna monografica dell’opera di Jaques Tati. L’inizio delle proiezioni è alle 21:30. I biglietti costano € 8, ridotti € 5.

Kino unter Sternen : nel Resselpark a Karlsplatz anche quest’anno dal 1. al 24. luglio viene riprosta una rassegna, per il 2011 con il motto “Aus dem Koffer”: senzatetto, profughi e viaggiatori sono il tema centrale dei film proposti durante la rassegna. L’ingresso è gratuito, le proiezioni iniziano alle ore 21:30.

Filmfestival Rathausplatz : per il 21. anno consecutivo dal 2. luglio al 4. settembre di fronte al Rathaus verranno mostrati più di 40 opere e balletti sul grande schermo. Tema centrale per quest’anno è Gustav Mahler, di cui viene celebrato il centenario della morte, e Franz Liszt, di cui si festeggiano i 200 anni dalla nascita. Inoltre alcune serate speciali per i 70 anni di Placido Domingo. Come tutti gli anni oltre allo schermo gigante la piazza del Rathaus offre vari stand culinari per mangiare e bere in compagnia. I film sono come sempre ad ingresso gratuito.

Notizie Lascia un commento

Concerto di Schönbrunn 2011

Come ogni anno il 2. Giugno 2011 la Filarmonica di Vienna organizza il classico concerto gratuito di Schönbrunn (Sommernachtskonzert).

Il concerto si terrà a partire dalle ore 21.00 nel parco del castello, e verrà diretto da Valery Gergiev, direttore del teatro Mariinski di San Pietroburgo. Solista è Benjamin Schmid, al violino.

Più di 30.000 spettatori partecipano ogni anno al concerto di Schönbrunn, vi consiglio quindi di recarvi molto presto se volete avere dei posti buoni.

Come vedete nell’immagine il palco è posizionato di fronte alla fontana del Nettuno (in direzione del palazzo di Schönbrunn), e quindi vi sconsiglio di posizionarvi sul prato della Gloriette, dove sicuramente ci sarà più posto ma sentirete veramente pochissimo (ve lo dico per esperienza personale…).

In caso di maltempo il concerto verrà spostato, una data non è però ancora stata comunicata.

Sito ufficiale: http://www.sommernachtskonzert.at/

Eventi 2 commenti

Istituto Italiano di Cultura: Programma Giugno

Come tutti i mesi vi presento una selezione delle manifestazioni e degli eventi più interessanti proposti dall’Istituto Italiano di Cultura di Vienna.

Il programma completo lo trovate come sempre sul sito ufficiale dell’Istituto Italiano di Cultura di Vienna.

Sabato 4. Giugno – ore 11.00 e 15.00

La Fanfara del 7° Reggimento Bersaglieri a Vienna

Nell’ambito della 32. rassegna austriaca delle bande musicali (32. Österreichisches Blasmusikfest), suonerà la Fanfara del 7° Reggimento Bersaglieri alle ore 11.00 in Meidlinger Platzl. Dalle 15.00 la banda musicale prenderà inoltre parte alla continuazione del programma alla Rathausplatz.

Il programma completo si può trovare alla pagina seguente: www.wien.gv.at/kultur/abteilung/veranstaltungen/blasmusik

Martedì 7. Giugno – ore 19.00

Ghiribizzi. Omaggio a Niccolò Paganini

Suona Luigi Attademo (chitarra).

Sette giovani componisti italiani (Alessandro Solbiati, Michele Tadini,
Daniele Bravi, Mauro Cardi, Alessandro Magini, Matteo D’Amico e Fabrizio
Festa) propongono una riscoperta dell’opera di Niccolò Paganini riadattata in forma moderna per chitarra.

Giovedì 9. Giugno – ore 19.00

Italien im Umbruch – Discussione con il procuratore Gian Carlo Caselli

Con Oktavia Brugger (giornalista parlamentare a Roma).
Moderation Andreas Pfeifer (ORF).

La discussione si terrà presso Volkshochschule Meidling, 1120 Wien, Längenfeldgasse 13-15.

Martedì 14. Giugno – ore 19.00

Il medico dei pazzi

Spettacolo di Edoardo Scarpetta

Ciccillo gioca a carte, si indebita e continua a chieder soldi al ricco zio Felice. Questi lo crede un giovane psichiatra di successo, ma un bel giorno vuole visitare la clinica che lui gli ha detto di aver aperto. Colto dal panico, Ciccillo camuffa la pensione in cui dimora da moderno manicomio. In apparenza il piano sembra fragilissimo, ma le stravaganze dei personaggi sono più originali di quelle di un gruppo di pazzi, e non seminano in Felice neanche l’ombra di un dubbio…

A cura di Monica Giovinazzi e della Compagnia Marc’Aurelio
Info: www.rotehaare.at.
Biglietti € 8 – Soci del Club degli amici dell‘Istituto € 5

Mercoledì 29. Giugno – ore 20.00

Tra le parole del potere. I codici del linguaggio mafioso

Discussione con Michele Prestipino (Procuratore aggiunto della Repubblica, Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria).

In italiano con traduzione simultanea.

Giovedì 30. Giugno – ore 19.00

La sagra del signore della nave – Pirandello

Durante la festa del Signore della nave, tra signori, popolani, venditori, ladruncoli e donnacce, ha luogo il dialogo tra Lavaccara – che ha venduto al macellaio il suo maiale Nicola – e il Giovane Pedagogo. Lavaccara vuole dimostrare, a tutti i costi, che il suo maiale è più intelligente e umano di tanti uomini…

A cura di Monica Giovinazzi e della Compagnia Marc’Aurelio
Info: www.rotehaare.at.
Biglietti € 8 – Soci del Club degli amici dell‘Istituto € 5

Informazioni utili, Tedesco 4 commenti

Migliorare il proprio tedesco con un tandem linguistico

Per migliorare la conoscenza del tedesco (o di una lingua straniera in generale), un metodo molto interessante, oltre a seguire un corso di lingua a Vienna, è attraverso un tandem linguistico.

Con questo sistema si intende uno scambio linguistico tra due persone madrelingua che vogliono imparare la lingua dell’altro, migliorandosi attraverso la conversazione.

Ogni partecipante parlerà la lingua che vuole migliorare e attraverso l’ascolto e le correzioni del madrelingua potrà imparare moltissimo in breve tempo.

Gli incontri possono essere organizzati in modo che per metà del tempo si parli in una lingua  e per metà in un’altra, oppure facendo in modo che ognuno possa parlare semplicemente nella lingua che desidera migliorare.

Questo è un modo veramente facile e divertente per migliorare il proprio tedesco e allo stesso tempo per fare conoscenza e stringe amicizia con nuove persone autriache (cosa solitamente molto difficile a causa della mentalità austriaca).

Il metodo più semplice per trovare un partner con cui organizzare un tandem linguistico a Vienna è tramite la Sprachlernbörse dell’Università di Vienna.

Questo servizio (completamente gratuito) offre la possibilità di iscriversi e di creare un profilo dove indicare quali lingue conoscete, quali vorreste imparare e perchè. Allo stesso modo è possibile cercare un partner linguistico che vada bene per le proprio esigenze, sia in base al tipo di conversazione che del proprio livello di conoscenze della lingua.

Conoscete altri servizi di tandem linguistico? Avete già esperienza con questo metodo per migliorare il tedesco?

Informazioni utili, Politica 5 commenti

I quesiti del referendum… e chi li capisce?

Ieri sera tornato a casa ho trovato nella cassetta della posta il plico dell’ambasciata italiana con le schede per la votazione per corrispondenza del referundum del 12. e 13. giugno per gli italiani all’estero.

Ammetto che ho avuto un momento di gioia, perchè già temevo che la busta non sarebbe arrivata e che mi sarei dovuto recare personalmente al consolato di Vienna. A proposito: se fino al 29. maggio non avrete ancora ricevuto il plico elettorale, mettetevi in contatto con l’ambasciata per chiarire la vostra posizione elettorale.

All’interno della busta c’erano le quattro schede elettorali, due buste e le istruzioni per votare correttamente. Mi ricordavo che i quesiti riguardavano il nucleare, il legittimo impedimento e due la privatizzazione dell’acqua.

Ho quindi aperto la prima scheda per leggere attentamente il testo e … orrore! Il testo di ogni quesito è scritto completamente in linguaggio “giuridico/burocratico”, con un carattere piccolissimo ma comunque lunghissimo e in pratica difficilissimo da capire.

L’esempio più lampante è la scheda con il quesito sul nucleare, con un testo di più di 30 righe scritte piccolissime che nessuno (se non munito di lente di ingrandimento e molta pazienza) leggerà mai fino in fondo. Il problema è che molti leggeranno nucleare sulla scheda, e faranno una croce sul no, essendo contrari, ma siccome i referendum sono solo abrogativi, avrebbero dovuto fare una una croce sul sì, affiche la legge venga abolita.

Quindi attenzione a dove mettete il segno! I referendum sono sempre abrogativi (ovvero eliminano una legge), quindi se siete contrari per esempio alla privatizzazione dell’acqua , dovete mettere una croce sul si, e allo stesso modo per gli altri quesiti referendari.

Per darvi una mano ecco quindi un piccolo riepilogo dei quesiti diviso per color della scheda:

  • Referendum popolare n. 1 – scheda di colore ROSSO – “Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. Abrogazione”;
  • Referendum popolare n. 2 – scheda di colore GIALLO – “Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma”;
  • Referendum popolare n. 3 – scheda di colore GRIGIO — “Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme”;
  • Referendum popolare n. 4 – scheda di colore VERDE CHIARO –  “Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale”.

Vi ricordo infine che la busta deve pervenire al consolato entro le ore 16.00 del 9. giugno per essere valida, speditela in tempo!

Eventi, Politica Lascia un commento

Stadtfest Wien 2011

Dal 27. al 29. maggio si terrà l’annuale Wien Stadtfest, la manifestazione con dibattiti, concerti e spettacoli nel centro di Vienna organizzata dall’ÖVP della capitale austriaca.

La Wien Stadtfest (il nome ufficiale è Stadt.Fest.Wien) venne organizzata per la prima volta nel 1978, sulla base di un progetto di Alf Krauliz, storico leader della gruppo viennese “Misthaufen” che l’aveva immaginata come una festa della cultura alternativa giovanile di quegli anni.

L’idea incontrò inizialmente una grande resistenza da parte del consiglio comunale viennese, ma venne poi ripresa da Erhard Busek, assessore dell’ÖVP dell’epoca, che la voleva sfruttare per guadagnare le simpatie dei giovani per il proprio partito. Il 29. Aprile 1978, in aperta concorrenza con la festa del 1. maggio dell’SPÖ, venne quindi organizzata la prima “festa della città di Vienna”.

Quest’anno la festa inizierà venerdì 27. maggio con un concerto di Kruder & Dorfmeister alle ore 20.00 sul palco principale della Heldenplatz. Sabato 28. maggio è dedicato alla musica pop e rock con il concerto di Christina Stürmer alle ore 20.30 sul palco di Heldenplatz.

Per gli amanti della musica viennese il palco a Michaelerplatz offre sia per il sabato 28. che domenica 29. maggio un programma molto interessante, tra cui Roland Neuwirth & Extremschrammeln (ore 19.15).

Il programma completo lo trovate sul sito ufficiale della Stadtfest Wien.

Cosa ne pensate di questa manifestazione? A quali concerti e spettacoli parteciperete?

Informazioni utili 16 commenti

I musei gratuiti di Vienna

Vienna è una città ricca di musei e offerte culturali, ma gli ingressi non sono economici. Un biglietto normale per entrare  all’Albertina costa per esempio € 9,50 e al Leopold Museum addirittura € 11.

Fortunatamente molti musei offrono giornate ad ingresso libero oppure è possibile utilizzare varie agevolazioni per i più giovani, grazie a cui effettuare una visita spendendo poco o addirittura nulla!

Di seguito una lista dei musei che offrono queste possibilità:

Il MAK (Österreichisches Museum für angewandte Kunst), è gratuito tutti i sabati.

Tutti i musei della città di Vienna, raccolti sotto il nome Wien Museum hanno ingresso libero ogni prima domenica del mese:

  • Wien Museum Karlsplatz (museo della città di Vienna)
  • Hermesvilla
  • Uhrenmuseum
  • Otto Wagner Pavillon Karlsplatz
  • Römermuseum (museo romano di Vienna)
  • Haydnhaus
  • Beethoven Eroicahaus
  • Beethoven Wohnung Heiligenstadt
  • Beethoven Pasqualatihaus
  • Schubert Geburtshaus (casa natale di Schubert)
  • Schubert Sterbewohnung
  • Johann Strauß Wohnung
  • Pratermuseum
  • Bibliothek der Modesammlung
  • Otto Wagner Hofpavillon Hietzing
  • Römische Baureste Am Hof
  • Ausgrabungen Michaelerplatz
  • Virgilkapelle
  • Neidhart Fresken

Inoltre per i giovani fino al 19. anno di età l’ingresso è gratuito anche per tutti i musei statali:

  • Albertina
  • Belvedere
  • Kunsthistorisches Museum (KHM) mit Museum für Völkerkunde & Theatermuseum
  • MAK
  • MUMOK
  • Naturhistorisches Museum
  • Technisches Museum Wien
  • Anatomisch-Pathologisches Museum
  • Österreichische Nationalbibliothek
  • Heeresgeschichtliches Museum

Ricordo infine che durante il corso dell’anno ci sono varie occasioni in cui è possibile vistare molti musei gratuitamente o almeno a prezzo ridotto:

  • Lange Nacht der Museen: in una lunga notte di apertura è possibile visitare tutti i musei di Vienna con un solo biglietto.
  • 26. Ottobre: il giorno di festa nazionale molti musei offrono un ingresso ridotto, inoltre è possibile visitare il parlamento e molti ministeri.

Se conoscete altri musei gratuiti di Vienna sarò felice di aggiungerli in questa lista!

Informazioni utili 13 commenti

Referendum 12.-13. giugno – Informazioni per gli italiani all’estero

Dopo le elezioni amminstrative conclusesi ieri, il prossimo appuntamento elettorale per tutti gli italiani è il referendum del 12 e 13. giugno.

Anche noi italiani all’estero abbiamo ovviamente diritto al voto, è però necessario prestare attenzione alle informazioni e le istruzioni da parte del ministero e dell’amabasciata (pubblicate in questo documento) per fare in modo che il voto sia valido.

Per cosa si vota?

I referendum per cui si vota sono 4, e riguardano le seguenti leggi:

  1. Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica (Abrogazione).
  2. Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito (Abrogazione parziale di norma).
  3. Nuove centrali per la produzione di energia nucleare (Abrogazione parziale di norme).
  4. Abrogazione della legge 7 aprile 2010, n. 51 in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale.

Chi può votare all’estero?

In base alla legge all’estero il voto viene effettuato per corrispondenza. Il diritto al voto tramite questa modalità viene dato a:

  • Gli elettori iscritti all’AIRE nei Paesi con i quali il Governo italiano ha stipulato apposite intese (l’Austria è fra queste).
  • Gli elettori termporaneamente all’estero (quindi non iscritti all’AIRE) che abbiano fatto apposita richiesta presso gli uffici consolari (la scadenza era l’8 maggio 2011).

Per informazione riporto che il termine per fare richiesta di esercitare il proprio diritto di voto in Italia è scaduto il 14. Aprile.

Come si vota?

Il voto viene effettuato per corrispondenza attraverso le seguenti modalità:

  • L’ufficio consolare invia per posta a ciascun elettore un plico contenente:
  • Il certificato elettorale
  • Le 4 schede elettorali (di colore diverso per ciascun quesito)
  • Una busta piccola completamente bianca
  • Una busta affrancata recante l’indirizzo del competente ufficio consolare
  • Un foglio informativo
  • L’elettore esprime il proprio voto tracciando un segno sul retangolo della scheda che contiente le parole SI o NO utilizzando ESCLUSIVAMENTE una penna biro di colore blu o nero
  • Le 4 schede vanno inserite nella busta piccola completamente bianca che deve essere accuratamente chiusa e contenere solo ed esclusivamente schede elettorali.
  • Nella busta più grande già affrancata l’elettore inserisce il tagliando del certificato elettorale e la busta piccola chiusa contente le schede votate.
  • La busta già affrancata cos’ confezionata deve essere speidta per posta, in modo che arrivo all’ufficio consolare entro (e non oltre) le ore 16 del 9. giugno.
  • Le schede pervenute successivamente al suddetto termine non potranno essere scurtinate e saranno incenerite.

In caso di mancata ricezione del plico elettorale entro il 29 maggio, è necessario recarsi di persona all’ufficio consolare di riferimento per verificare la propria posizione elettorale: nel caso in cui i nominativi già figurino nell’elenco degli elettori in possesso dell’ufficio consolare, si potrà ottenere un duplicato del plico elettorale, mentre in caso contrario si potrà chiedere al Consolato di attivare le procedure per essere aggiunti all’elenco degli elettori.

In base agli ultimi avvenimenti non è ancora chiaro se il referendum includerà anche il quesito numero 3 riguardante le centrali nucleari. La Corte di Cassazione si esprimerà in merito solamente verso il 25. – 30. maggio, e quindi non è chiaro come si svilupperà la situazione per gli italiani all’estero visto che in tale data i plichi elettorali dovrebbero già essere stati consegnati, vi terrò aggiornati.

Eventi Lascia un commento

“La Storia” d’Italia al Filmmuseum di Vienna

Per festeggiare i 150 anni dell’Unità d’Italia, il filmmuseum di Vienna propone dal 12. Maggio al 19. Giugno una rassegna cinematografica dal titolo “La Storia”.

Il filo conduttore dei film è il racconto della storia d’Italia attraverso il cinema tramite i film che riflettono sui momenti importanti che hanno segnato il Paese. La rassegna diventa quindi un modo per riflettere sia sull’evoluzione della storia d’italia che del cinema italiano.

La retrospettiva si incentra su 30 film nei quali viene rappresentata la storia d’Italia: oltre a classici del cinema come Paisà di Roberto Rossellini, Fiamma che non si spegne di Vittorio Cottafavi, Il gattopardo di Luchino Visconti o Una vita difficile di Dino Risi, verranno proiettate opere riscoperte come O sole mio (1946) di Giacomo Gentilomo, Il terrorista (1963) di Gianfranco De Bosio e Segreti di stato (2003) di Paolo Benvenuti.

Non mancano film epici come 1900 di Bernardo Bertolucci o Noi credevamo di Mario Martone e riflessioni sul carattere nazionale come il capolavoro di Totò Siamo uomini o caporali di Camillo Mastrocinques o Todo modo di Elio Petris.

Il programma completo della rassegna lo trovate sulla pagina ufficiale del filmmuseum ()

Per la visione è necessario essere soci del filmmuseum tramite la tessera annauale (€ 12,50). Il costo dei singoli film è di € 5,50. Eventualmente è possibile acquistare un blocco da 10 film per € 43,00.

Per i non soci è possibile acquistare un biglietto giornaliero (€ 9,50), valido per tutti i film della giornata (Maggiori informazioni sui costi).

Cosa ne pensate della scelta dei film? Prenderete parte alla rassegna?