Menu
Paolo Manganiello
Elezioni all'estero
2 commenti
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (4 voti)
Loading...

Elezioni politiche 2018: modalità e scadenze per chi vota all’estero

Con l’avvicinarsi della data del voto per il rinnovo del Parlamento italiano, prevista per il 4 marzo 2018, il Ministero degli Esteri ha pubblicato una serie di informazioni utili per gli elettori all’estero, con le scadenze e le modalità a cui fare attenzione.

Innanzitutto è importa essere inseriti nelle liste elettorali, potranno votare infatti:

  1. gli elettori iscritti all’AIRE (in caso di variazione del proprio indirizzo è importante comunicarlo all’ufficio Aire in tempo per poter tenere aggiornati gli elenchi).
  2. gli italiani temporaneamente all’estero per almeno 3 mesi che abbiano presentato una richiesta apposita al proprio Comune entro il 31 gennaio (in questo articolo trovate tutte la procedura)

Tutti gli iscritti correttamente nelle liste elettorali riceveranno al loro indirizzo il plico contenente il materiale elettorale e le istruzioni sulle modalità di voto. Il plico dovrebbe arrivare entro metà febbraio e dovrà in ogni caso essere restituito all’ufficio consolare entro il 1 marzo 2018 ore 16 locali.

Gli elettori che entro il 18 febbraio non avranno ancora ricevuto il plico potranno contattare il proprio ufficio consolare per ottenere un duplicato. Affinché il proprio voto sia valido è importante fare attenzione che il plico elettorale venga rispedito in maniera corretta, qui trovate le istruzioni dettagliate.

Vi ricordo che il nostro voto sarà per la Circoscrizione Europa, dove insieme a quelle degli altri continenti si eleggono con le preferenze 6 senatori e 12 deputati (qui trovate la lista degli eletti alle ultime elezioni). Le liste definitive dei partiti e dei singoli candidati che si presenteranno saranno rese note dopo la scadenza del 29 gennaio.

Paolo Manganiello

Scritto da Paolo Manganiello

Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

2 Commenti
  1. Giuliano ha detto:

    Buon giorno,
    peccato che ” l ‘efficenza” del Consolato non abbia avvisato in tempi rapidi,come si poteva esercitare il voto in Italia, pur essendo iscritti all’AiRE….

    1. E’ stato comunicato ad inizio dicembre, l’opzione per votare in Italia era possibile fino al 31 dicembre.
      Ne avevo scritto anche in questo articolo https://www.quivienna.com/elezioni-allestero/elezioni-politiche-2018-voto-corrispondenza-ed-opzioni-voto-italia/

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Con l'invio di questo commento si autorizza il trattamento dei dati personali per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nella privacy policy .