Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Lavoro
Lascia un commento
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti)
Loading...

Come richiedere il certificato del casellario giudiziale, in Austria o in Italia

Quando si pensa al casellario giudiziale a molti vengono in mente storie criminali o galeotti appena usciti di prigione. In realtà questo documento può essere molto utile quando si cerca lavoro. Capita infatti sempre più spesso che le aziende prima di assumere una persona richiedano di presentare anche questo certificato.

Per chi non lo sapesse il certificato del casellario giudiziale (in tedesco Strafregisterauszug o Strafregisterbescheinigung) è un documento che attesta l’esistenza o meno di condanne passate in giudicato (civili o penali) o di procedimenti penali in corso.

Per essere precisi in base alla legge austriaca un datore di lavoro non potrebbe obbligarvi a presentare tale documento, ma purtroppo un rifiuto significherebbe in molti casi togliervi la possibilità di venire assunti (si potrebbe infatti pensare che avete qualcosa da nascondere).

Come richiedere il certificato austriaco

Se vivete da tanti anni a Vienna sarà sufficiente presentare quello austriaco. Ottenerlo in questo caso è molto semplice: basta recarsi con un documento d’identità presso un commissariato di polizia (Polizeikommisariat), compilare un modulo di richiesta e versare la somma di € 30,70. La consegna è immediata.

Come richiedere il certificato italiano

Se invece vi serve quello italiano la faccenda è purtroppo un po’ più complicata. Il certificato non può infatti venire emesso dal Consolato ma deve essere richiesto personalmente presso una Procura della Repubblica Italiana (Ufficio del Casellario Giudiziale).

Poiché questa può essere una qualunque in Italia, indipendentemente dal luogo di nascita o ultima residenza, permette almeno per noi in Austria di avere un piccolo vantaggio: è infatti possibile richiedere il certificato direttamente in lingua tedesca presso l’ufficio del casellario di Bolzano, evitando quindi la necessità (e i costi) aggiuntivi di traduzione.

La domanda deve essere presentata in carta semplice indicando le proprie generalità e l’indirizzo presso il quale spedire il certificato richiesto. Il costo è di € 19,84, inoltre dovranno essere pagate le spese di affrancatura per la spedizione del certificato (€ 0,90 per l’Austria).

Per le modalità di pagamento il ministero consiglia di contattare direttamente l’ufficio a cui si richiederà il certificato per sapere secondo quale modalità effettuare il versamento, che può essere diverso in base alla sede e al Paese.

Inoltre vanno allegati:

  • copia di un documento di identità valido
  • prova del pagamento dell’importo
  • una busta già compilata con l’indirizzo dell’interessato a cui verrà spedito il certificato.

Avete mai richiesto il certificato casellario giudiziale, in Italia o in Austria? Raccontate i vostri consigli nei commenti!

Scritto da Paolo Manganiello

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.