Austria Lascia un commento

“Orange the World”: Vienna in arancione contro la violenza sulle donne

Se non fosse per il coprifuoco che ci impone di rimanere nelle nostre case, molti di voi avrebbero la possibilità questa settimana di vedere molti dei palazzi di Vienna illuminati di arancione.

L’inusuale illuminazione é un simbolo per ricordarci di un’altra pandemia, più subdola e pervasiva di quella che ha colpito le nostre vite in questo 2020 e che non deriva da alcun virus: quella della violenza contro le donne.

Il 25 novembre, Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Contro le Donne, oltre 130 edifici in Austria si tingeranno di arancione a sostegno della campagna “Orange the World”. L’iniziativa globale lanciata da UN Women è un appello a “Sedici Giorni di Attivismo” per promuovere il contrasto ad ogni forma di violenza di genere contro le Donne.

Accomunare la violenza sulle donne alla recente pandemia non è affatto esagerato; anzi, offre alcuni pregnanti parallelismi.

Estensione e gravità. Secondo le stime di UN Women, oltre il 35 per cento delle donne attorno al globo é stata vittima di una qualche forma di violenza sessuale. 243 milioni di donne hanno subito un abuso da parte del proprio compagno nel solo 2019.

Scala globale e senza frontiere. L’Italia e l’Austria non sono immuni a questa tragedia. In Austria una donna adulta ogni cinque ha subito violenza almeno una volta nella vita; numero che cresce a quasi una donna su tre in Italia. Le due nazioni sono al di sotto della media europea per quanto concerne la parità, entrambe tutt’oggi ancorate a ruoli sociali stereotipati.

Responsabilità in prima persona. Il vero cambiamento parte da noi e dalle nostre vite. Come per il contrasto alla pandemia del COVID, la responsabilità nella risposta alla violenza di genere non è solo dello Stato o di organizzazioni internazionali, ma in primis di noi individui.

Per esempio: criticando apertamente frasi e atti sessisti; facendo attenzione al nostro linguaggio; cercando di evadere da pregiudizi e stereotipi.

Tutti, siamo chiamati a fare la nostra parte con semplici azioni quotidiane, Tutti, in qualunque parte del mondo. Tutti, uomini e donne.

Maggiori informazioni riguardo “Orange the World” al sito di UN Women Austria: https://www.unwomen.at/unserearbeit/kampagnen/orange-the-world/orange-the-world-2020/

Foto (c) UN Women Austria

Scritto da Francesco Marrella

Arrivato a Vienna nel 2017 dopo cinque anni a Londra, si occupa di diritti umani e democrazia in organizzazioni multilaterali.

0 Commenti

    Lascia un commento

    Con l'invio di questo commento si autorizza il trattamento dei dati personali per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nella privacy policy .