Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Lavoro
9 commenti
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti)
Loading...

Cercare lavoro all’estero percependo la disoccupazione dall’Italia

Chi riceve una indennità (o sussidio) di disoccupazione in Italia ed è interessato a cercare lavoro in un altro Stato all’interno dell’Unione Europea, è possibile “esportare” l’indennità di disoccupazione.

Questo è possibile tramite il modello U2 (ex E303), che va richiesto all’ufficio all’ufficio per l’impiego del Paese in cui si è perso il lavoro (in Italia l’INPS).

Questo accordo è valido per tutti gli Stati membri dell’Unione Europea, e anche per Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera ed è quindi applicabile anche al contrario, ovvero chi percepisce per esempio la disoccupazione in Austria può cercare lavoro in Italia.

È estremamente importante richiedere il modello U2 prima di lasciare il Paese di provenienza, altrimenti si rischia di non poter trasferire il diritto a percepire l’indennità di disoccupazione.

Arrivati nel Paese dove si vuole cercare lavoro è importante presentarsi all’ufficio di collocamento (in Austria gli uffici AMS) con il modello U2, e iscriversi in qualità di “persona in cerca di lavoro” (Arbeitsuchend).

L’indenntià di disoccupazione sarà versata comunque dal Paese dove si ha il diritto (quindi se si cerca lavoro in Austria dall’INPS italiana).

La validità del modello U2 è di 92 giorni (eventualmente prolungabile ad un massimo di 6 mesi), dopo il quale sarà necessario tornare nel Paese che eroga l’indennità e presentarsi all’ufficio di collocamento, o il sussidio di disoccupazione verrà tolto.

Per informazioni dettagliate consiglio di rivolgersi in base al vostro caso all’INPS (per l’Italia) o all’AMS (in Austria).

Maggiori informazioni si trovano anceh sul sito web dell’Unione Europea

email

Scritto da Paolo

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

9 Commenti
  1. Amelie scrive:

    Ciao!

    Io lavoravo in Germania, mi sono licenziata per venire a cercare lavoro a Vienna. Ho usufruito di questa possibilità di percepire il sussidio di disoccupazione dalla Germania stando a Vienna. Non solo ha funzionato ma mi è stato davvero utile! Non ci potevo credere! E mi ero anche dimessa, quindi non ero stata licenziata. Bisogna usufruire di tutti questi sussidi Europei se ci sono! Ovviamente la procedura è molto rigida e bisogna rispettarla alla virgola per poterne usufruire.

    Ciao e complimenti per il blog!

    Amelie

    1. STEFANO scrive:

      Ciao solo oggi ho letto la tua storia.
      io sono in aspi dal 1 settembre 2014, qui in italia non c’è nulla , sto valutando l’idea di andare in Austria o in Germania, ma non conosco le lingue.
      SOno disposto ad adattarmi a qualsiasi circostanza, vorrei come muovermi …quali i primi passi da fare…
      grazie

    2. aldo scrive:

      ciao.. ci sei? vorrei chiederti delle informazioni. spero in una sua risposta u.u
      grazie :)

  2. simone scrive:

    non si può semplicemente prendere la disoccupazione in italia e trasferirsi in un altro paese cercando lavoro? tra l’altro so che in italia se ti licenzi non prendi nessuna disoccupazione

  3. Ioan scrive:

    Oggi ho richiesto il modello U2 all INPS fra una settimana me lo danno poi salgo a Vienna . Sa qualcuno se inscrivendomi all AMS a Vienna in cerca di lavoro mi fanno fare qualche corso di tedesco magari gratuito :) ?

    1. damiano scrive:

      ciao Ioan, hai detto che dall’INPS ti hanno rilasciato il modello U2 in una settimana, se non ho capito male. Quando l’ho richiesto mi hanno detto “10 giorni”, sono tornato per sollecitare e mi hanno detto “1 mese” … sei stato fortunato tu ad averlo in così breve tempo o gli impiegati del mio ufficio INPS sono un po’ fannulloni? sapresti dirmi dove trovo informazioni sulla tempistica per ottenere il modello U2?
      ti ringrazio, ciao

  4. michele scrive:

    Volevo sapere una cosa io vorrai spostarmi la mia aspi in germania perche vorrei trasferirmi con la mia famiglia; ma si vado in germania a scrivermi al ufficio di lavoro ma lo stato tedesco che mi cercherà lavoro? Grazie

  5. […] austriaco.  Molte delle cose di cui si è parlato le avevo già pubblicate in passato in alcuni articoli (ma non fa mai male ripassare), quindi vi riporto solo le novità di cui non ero ancora a […]

  6. Anna scrive:

    Salve!
    Io ho lavorato in Germania per 7anni e ora mi sto trasferendo in Italia per trovare lavoro (lo so, sono decisamente controcorrente). La Germania mi richiede di iscrivermi entro 7giorni dal rimpatrio ad un equivalente italiano dell’agenzia del lavoro tedesca secondo quanto riportato nel modello U2. Sembra facile ma… nessuno tra INPS e centro dell’impiego mi sa dire cosa devo fare. Giustamente all’INPS non posso iscrivermi se non sto facendo nessuna domanda di disoccupazione (infatti per i rimpatriati le informazioni sul sito dell’INPS riguardano il modello U1 e non U2) mentre secondo le nuove regole del job acts l’iscrizione al centro dell’impiego non e’ il primo step, ma bisogna andarci dopo essersi iscritti all’INPS :/
    Qualcuno potrebbe illuminarmi? o meglio qualcuno e’ mai tornato da un paese europeo in Italia usufruendo della disoccupazione del paese europeo in cui si lavorava?

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa