Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Curiosita'
55 commenti
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (3 voti)
Loading...

Le 10 peggiori fregature e trappole per turisti di Vienna

vienna-fregature-trappole-turisti-vienna-card-cat-concertiQuando si visita una città si sa che bisogna stare attenti alle cosiddette fregature o trappole per turisti.

Attrazioni spacciate per famose con prezzi stratosferici, ristoranti “tipici” con cibi di plastica e souvenir da rinchiudere in un cassetto sono solo alcuni dei classici cliché in cui ogni turista è caduto almeno una volta.

Anche Vienna non è da meno, e anche se forse le fregature non sono così lampanti come in altre famose città, sono riuscito ad identificarne le 10 peggiori fregature per turisti di Vienna:

1) Il CAT (City Airport Train)

Appena atterrati a Vienna la prima fregatura si presenta subito appena fuori dall’aeroporto. Sfavillanti hostess vi offrono la possibilità di raggiungere il centro di Vienna con un treno moderno e super-veloce, al solo prezzo di € 11 a persona.

Tutti i viennesi sanno però che a pochi metri di distanza (anche la fermata è stata un po’ nascosta) si trova la S-Bahn, il treno suburbano, che in solo 10 minuti in più ma con un costo di soli 4 € a persona vi porterà esattamente alla stessa stazione.

2) La Vienna Card

Sbandierata come la carta per turisti per eccellenza, la Vienna Card promette ingressi ridotti in molti musei e la possibilità di muoversi con i mezzi pubblici di Vienna per 3 giorni, il tutto al solo costo di € 19,90.

Prima di prenderla è però importante fare due conti se ne valga veramente la pena: un’abbonamento normale di 72 ore delle Wiener Linien (l’azienda dei mezzi pubblici di Vienna) costa € 14,50 e le riduzioni nei musei diventano vantaggiose solamente se trascorrerete tutti i 3 giorni di validità correndo da una mostra all’altra.

3) Il tram del ring

Una delle ultime novità nel campo delle fregature per turisti. Siccome da alcuni anni i tram che circolano per tutta la Ringstrasse sono stati eliminati (per fare il giro completo è necessario cambiare a Schwedenplatz), l’ente per il turismo ha pensato di creare il “Vienna Ring Tram”, che percorre tutta la Ringstrasse. Il costo è di ben € 9,- con la possibilità di salire e scendere tutto il giorno – ma valido solamente per questo speciale tram.

Un biglietto giornaliero dei mezzi pubblici “normali”, con il quale potrete muovervi per tutto il giorno nella città, costa solo € 6,70. Fate un po’ voi i conti.

4) Un giro in carrozza

Non siete ancora stanchi di girare per la Ringstrasse? Ecco che le carrozze trainate dai cavalli (cosiddette Fiaker) e corredate dai classici cocchieri vi invitano a fare un giro in centro.

Sicuramente carino e romantico, ma bisogna sapere a cosa si va incontro: un giro corto (20 minuti) per le vie del centro costa € 40, per quello “lungo” di un’ora il prezzo sale già a € 100,-

5) I venditori di biglietti per concerti di musica classica

Cosa sarebbe Vienna senza la musica classica? Che in città tutti i giorni ci sia la possibilità di assistere a dei concerti ce lo ricordano ad ogni angolo i tipici venditori di biglietti: vestiti in costumi storici, quasi sempre da Mozart, invitano i turisti a prendere parte ad un originale concerto di musica classica.

Peccato che i concerti offerti siano solamente piccole orchestre di giovani musicisti (quasi sempre anche travestiti da Mozart e simili) che suonano valzer e qualche sinfonia da camera.

Al prezzo richiesto (circa € 50,-) è possibile acquistare biglietti per concerti della Wiener Symphonieker o addirittura per la Wiener Philharmoniker.

6) Il Caffè Sacher

Famosa in tutto il mondo, mangiare una fetta di Sacher (la famosa torta di cioccolato) non deve mancare nella lista del turista delle cose da fare a Vienna. Purtroppo molti turisti – e anche molte guide turistiche – pensano che la migliore versione di questa torta si trovi solamente nel caffè Sacher, dove più di un secolo fa fu inventata.

Questo è invece oramai purtroppo solamente un vero e proprio centro per turisti, con prezzi esorbitanti e dove della “Wiener Gemütlichkeit” (la comodità viennese di bere tranquillamente un caffè e mangiare una torta leggendo il giornale) non si vede l’ombra. Molto meglio altri caffè viennesi come per esempio il Cafe Griensteidl o l’ottima pasticceria Oberlaa.

7) La ruota panoramica

La “Riesenrad” (ruota panoramica) del Prater è un vero e proprio emblema di Vienna, come il Duomo di Santo Stefano o il complesso dell’Hofburg. Ma dopo averla vista dal di sotto, non penso che sia proprio necessario farci anche un giro.

Innanzitutto con i suoi 65 metri di altezza non è nemmeno così “Riesen” (gigante) come il nome farebbe intendere, e la vista che si ha dalla cima non è quindi così interessante come si potrebbe pensare. Anche il costo del biglietto (€ 8,50) è decisamente caro per un giro che non dura più di 30 minuti. Se desiderate vedere il panorama della città dall’alto è sicuramente più interessante una passeggiata sulla cima del Kahlenberg.

8) Le Heurigen di Grinzing

Ogni giorno code di pullman si dirigono verso Grinzing, dove locali tipici (Heurigen) promettono la vera atmosfera del cibo e del vino dei sobborghi di Vienna. Purtroppo qui quello che rimane di un tempo sono (con poche eccezioni) veri e propri ristoranti turistici dove gli austriaci si vedono di rado. In tutta Vienna le vere Heurigen sono oramai una rarità ma alcune di qualità si trovano ancora a Nussdorf o a Stammersdorf.

9) I finti ristoranti italiani

Una fregatura a cui devono stare particolarmente attenti gli italiani che anche a Vienna vogliono assolutamente mangiare come a casa (ma perchè poi?) sono i finti ristoranti di cucina italiana presenti in molte zone di Vienna.

Si riconoscono abbastanza facilmente dalle eccessive bandiere italiane appese ovunque, dalla musica di Celentano a tutto volume e dai divertenti errori di grammatica nel menu. Se proprio volete mangiare italiano a Vienna trovate in questo articolo una lista di ristoranti consigliati.

10) I negozi di souvenir e le palle di Mozart

Prima di lasciare Vienna non può mancare l’acquisto di qualche ricordo della città. Tra i souvenir il più gettonato sono da sempre le famose “palle di Mozart” (Mozartkugel). Presenti ovunque nelle vie del centro sono una prelibatezza da non farsi mancare, ma che non deve necessariamente costare una enormità. Basta infatti fare un salto in uno dei tanti supermercati per trovare gli stessi cioccolatini (e molto altro) con la medesima qualità ma ad un prezzo normale.

Conoscete altre fregature per turisti di Vienna?

Foto (c) shutterstock – TTStudio

email

Scritto da Paolo

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

55 Commenti
  1. Giuliano scrive:

    Concordo in pieno con il decalogo,ma la visita a Vienna val ben una piccola fregatura…provate a pensare cosa vi può toccare a Napoli o a Roma……..

    1. Isidoro scrive:

      Concordo con le informazioni, ma la ruota va provata anche perché ricorda quei vecchi vagoni di un tempo e di sera é bellissimo. É molto bello noleggiare le bici che puoi posare e riprendere in svariati punti della città

    2. antonio scrive:

      Non concordo affatto ne da quello scritto da Lei ne dal ” decalogo” di fegature.Ho personalemnete viaggaito con la Card dei trasporti e mi sono girato tutta la citta e piu volte ,la card ha un ottimo prezzo.inoltre ho mangiato personalmente nella splendida sala da Tè dell’Hotel sacher ed è effettivamente buonisssima,superlativa direi,non è cosi cara come anche io credevo,cè poi una cosa molto bella il listino coi prezzi fuori quindi niente sorprese e poi…vuoi mettere? mangiare li è da favola non dentro un anonimo caffè. In ultimo sono stato a napoli ed a Roma e non sono stato fregato da nessuno,coi prezzi e con le cose. basta stare attenti ma come in TUTTE le città.

  2. Simona scrive:

    però a me la Riesenrad piace! non tanto per la ruota in sè stessa, quanto per il piccolo “museo” (non so se si può definire così) che c`è al piano terra. Vecchie cabine (o carrozze?) della ruota sono state adibite a “contenitori” per piccoli plastici che descrivono la zona del prater dalla preistoria a oggi … l´ho trovato interessante …

    1. Martello scrive:

      Quoto in pieno. A parte che per me la Ruota e’ legata ad indimenticabili ricordi personali di quando venivo ancora a ‘Vienna da turista (provatela di notte…) essa e’ un vero pezzo da museo di ingegneria meccanica che ha resistito a 100 anni e ai bombardamenti. Dovrebbeo far pagare 1 Euro solo per guardarla da fuori.
      Infine Vienna non e’ New York e dall’alto si vede davvero tutta la citta’ tranne forse la nuova DC tower in costruzione.

  3. Gaetano scrive:

    La Ruota e’ la prima cosa che ho visitato qui a Vienna, e non ne sono affatto pentito.
    Invece un consiglio per chi viene a Vienna da turista e’ di non farsi ingannare dal mito della sicurezza ma mettere portafoglio e cellulare ben chiusi in borsa e tenerla bene in vista, esiste una vera e propria caccia ai turisti da parte di abili borseggiatori, specialmente in centro storico.
    Ve lo posso confermare da esperienze personali e da testimonianze di negozianti locali.
    Per il resto buon divertimento!

  4. federica scrive:

    Concordo con Simona per la la Riesenrad (ruota panoramica), è un pezzo di storia, un piccolo museo con le carrozze ancora di legno e quella sensazione di antico, secondo me vale la pena farci un giro per una volta.
    Per il Cafè Sacher sono d’accordo a metà, le prime due entrate, quella da Kärntnerstrasse e l’altra subito dopo l’hotel effettivamente sono molto affollate e poco godibili, ma c’è una piccola entrata un pò più in là dove ci si può entrare con i cani e se si fuma e ha tutta l’atmosfera di una volta, quasi dei salon francesi dell’800. ci si può stare tranquillamente quanto si vuole e godersi la torta sacher che io trovo divina solo lì, le ho assaggiate in tutti i cafè di vienna e non c’è paragone. la peggiore in assoluto è quella del Cafe Griensteidl, un palazzone che ha un sapore molto forte di uovo…stomachevole direi.

  5. federica scrive:

    l’entrata di cui parlavo è segnalata come “Sacher Stube” :)

  6. tatiana scrive:

    il cat quando si arriva magari non conviene, ma quando si parte sì, perché puoi fare già il chek-in. E lo puoi fare anche la sera prima. Un vantaggio non da poco

  7. Jovita scrive:

    Per me la Riesenrad non e’ una fregatura – ne vale proprio la pena salirci per fare un ‘viaggietto’ nel tempo passato

  8. Martina scrive:

    Riguardo al CAT, è la linea che da Landstrasse ti porta direttamente all’aeroporto. La SBahn è la metropolitana di superficie. Sul giro in carrozza quello corto in realtà dura 30 minuti, spendi 40 euro, ma poi è molto bello. Per il giro lungo però mi sembra che certe carrozze le paghi solo 80. La ruota panoramica per me è molto bella invece. L’ho fatta una sola volta, e non la farei più solo perchè mi annoio in fretta…

    1. spuntone scrive:

      No, va bene essere nichilisti e distruttivi, ma la ruota panoramica proprio non potete toccarmela. Ormai vivo qui da anni, ma ho ricordi indimenticabili di una notte nebbiosa dáutunno sulla ruota con la mia amica viennese….
      Poi ci sono stato con amici e parenti, europei ed americani, e tutti ne sono stati sempre entusiasti.
      La ruota e´”vera” , fatta di vecchio ferro imbullonato e legno, un fulgido esempio di ingegneria meccanica dedicata allo svago che ha gia passato il secolo di vita e due guerre mondiali. Da li´in cima in una giornata belalla e ventosa si abbraccia tutta la l citta´ da Santo Stefano al Danubio, fino alla gloriette. Non perdetevela.

  9. maurizio scrive:

    Il decalogo è molto utile per chi deve andare, anche se fa riferimento a esperienze personali.
    Sono stato a Vienna questa estate e devo dire che l’unica “fregatura” è stata la Vienna Card. Pur offrendo degli sconti per l’ingresso a musei e mostre, non tutti i musei l’accettano e spesso offrono condizioni migliori per particolari ingressi (es. famiglia).
    La “scoperta”, tardiva ma divertente, è stato il tram: una volta studiata la mappa si gira veramente ovunque cambiando linea di quando in quando. Buon viaggio a chi parte!

    PS – Forse è una città un po’ cara e il cibo non è sempre di qualità, ma standoci si prendono le misure.

  10. eleonora410 scrive:

    ho letto , sono le classiche fregature che trovi anche in italia . per viaggiare compero sempre in libreria il libretto con tutti i musei , le piantine , e tutto quello che c’è da sapere . mi sono sempre chiesta perché quando si va in giro e trovi per disgrazia un italiano questo sente la necessità di attaccarsi alle tue costole . cibo? mangiare locale è così bello . e se non ti piace , mangia un gelato o un panino . e non ingrassi

  11. Maoluc scrive:

    Salve a tutti,
    trovo interessanti i vostri commenti, volevo solo chiedere un parere, ad aprile andrò con mia moglie e nostra figlia di 13 anni a Vienna, credo che la Vienna Card ci convenga perché ho letto che la ragazza viaggia gratis purché accompagnata da un genitore, qualcuno con figli l’ha acquistata?

    Grazie

    1. Paolo scrive:

      Esatto, per ogni Vienna-Card può viaggiare un bambino fino ai 15 anni gratis (ricordati di portare un documento per dimostrare eventualmente l’età se ti fosse richiesto).

      1. Maoluc scrive:

        Grazie della risposta Paolo, la sua C.I. la porteremo comunque visto che è una minorenne all’estero.
        Peccato che la card valga esattamente 72 ore dall’ora di inizio validità perché noi ci fermeremo 4 giorni, comunque facendo i calcoli conviene lo stesso.

        Saluti

      2. Maura scrive:

        Ciao Paolo! Devo partire per Vienna dal 7 al 9 settembre. Non so cosa conviene per i mezzi…leggo pareri positivi e negativi sulla Vienna Card e ho letto anche che nel prezzo non è incluso il trasporto dall’aeroporto al centro e viceversa come fu invece per quando andai a Barcellona. Ho letto che dall’aeroporto dovrei prendere il treno che costa 4€ il S-banh qualcosa del genere e dovrei fare così anche al ritorno? Cosa mi consigli? Fare un abbonamento giornaliero alla metro e pagare il s-banh per quando arriverò è ripartiró? Aiutoooo

  12. claudia scrive:

    Sono in partenza per Vienna con la mia famiglia. Chi mi sa dire come sono e quanto costano i parcheggi ? conviene usare i mezzi pubblici vero? il meteo prevede un tempo incerto , mi consigliate un itinerario salva vacanza?

    1. Mauro scrive:

      Ciao, io e la mia famiglia siamo venuti in aereo e non conosco i prezzi dei parcheggi però vi consiglio di viaggiare in metro e/o tram e bus, abbonamento settimanale costa circa 16€, ti metto link del nostro itinerario compreso di ristoranti per la cena: http://www.mtrip.me/users/mauro_1/itinerary/12428

      Buona vacanza, noi torniamo domani sera sigh!

      Mauro

    2. Paolo scrive:

      Come ha già scritto Mauro, si può visitare Vienna tutta con i mezzi pubblici. Ti consiglio di lasciare la macchina nel garage dell’albergo o in uno dei garage Park&Ride in periferia (qui costa solo 3 € al giorno).
      Per tutte le informazioni sui mezzi pubblici ti rimando a questo articolo http://www.quivienna.com/informazioni-utili/metropolitana-e-mezzi-di-trasporto-pubblici-a-vienna/

  13. samanta scrive:

    Salve, mio marito ed io vorremmo fare una vacanza ad agosto in Austria in campeggio e con la nostra cagnolina. Sapete dirmi se nelle città come Vienna i cani possono entrare nei musei?

    1. Paolo scrive:

      Cara Samanta, la tua domanda è interessante, purtroppo non avendo un cane non ti so dare una risposta precisa. TI consiglio ti scrivere una email ai musei che vorresti visitare, ti sapranno sicuramente dare una risposta esaustiva.

  14. Marco scrive:

    CIao a tutti,vorrei una chiarificazione se possibile:ho visto che esiste un “wochenkarte” (biglietto settimanale) a soli 15,80 euro!(quindi vantaggiosissimo rispetto a quello di 72 ore se uno sta 4 o 5 giorni come me),ma non ho capito se vale anche per le s-bahn (dall’aereoporto al centro) oppure no,qualcuno può aiutarmi?Grazie e son felicissimo di aver trovato questo blog su Vienna!

    1. Paolo scrive:

      Il biglietto settimanale vale solo dal lunedì alla domenica, e non si può fare per esempio dal mercoledì al martedì, quindi bisogna farsi due conti se conviene farlo in base ai giorni in cui si è a Vienna. In ogni cao è valido per tutte i mezzi dell’area 100, che comprende praticamente tutta la città. Per l’aeroporto è però necessario un biglietto aggiuntivo di una zona, quindi attualmente 2,20 in più (si può acquistare in qualunque biglietteria automatica).

      1. Marco scrive:

        Grazie della risp Paolo!Io sarò li dal martedi al sabato,calcolando quindi 4,40 a/r dall’aereoporto direi ke mi conviene allora….:-)(con la Viennacard dovrei pagarlo lostesso il biglietto vero?)La biglietteria automatica la trovo anche all’aereoporto?O alla staz della S-bahn 7?

      2. Fabrizio scrive:

        Ciao Paolo, è possibile comunque acquistare la Wochenkarte il martedì? O bisogna necessariamente farlo di lunedì? Grazie!

        1. Marco scrive:

          Ciao Fabrizio:-)Sono andato a Vienna alla fine eheh,meravigliosa!Per rispondere alla tua domanda si,puoi comprarla quando vuoi la wochenkarte,ovviamente se la prendi il martedi ricordati che cmq scadrà la domenica seguente..:-)Io non ho visitato musei e,come prevedevo,con la wochenkarte ho risparmiato(Ps:Come detto da Paolo ti servirà un biglietto da 2,20 in piu dall’aereoporto..all’andata mi han fregato e mi han fatto pagare 4,40(cioè il biglietto intero!!)

          1. Fabrizio scrive:

            Ehi Marco, grazie mille per la risposta :D Per me sarà la seconda volta a Vienna, ma 7 anni fa non mi occupavo io di queste cose eheh L’importante è che si possa fare, son consapevole della scadenza la domenica e non è un problema, come non lo è per l’aeroporto arrivando a Bratislava :D Grazie ancora!

        2. Riccardo scrive:

          ciao Fabrizio….sei già andato a vienna? spero di si perchè vorrei conferma sulla possibilità di poter acquistare la Wochenkarte martedì (giorno del mio arrivo a vienna)….grazie!

          1. Fabrizio scrive:

            Ciao Riccardo, parto il 29 luglio, cercherò di risponderti appena arrivato lì :)

          2. Riccardo scrive:

            ciao fabrizio, scusa ancora il disturbo. Io parto domani per Vienna, com’è ti è andata per la Wochenkarte?!

  15. Raffaella scrive:

    Ciao a tutti,
    sto programmando un viaggio a Vienna, ma sono perfettamente da sola
    Cinque giorni, dal 16 al 20 agosto
    Pensavo, essendo la prima volta, di cercare escursioni con guide turistiche, almeno per un paio di giorni dei 5 ..qualcuno sa consigliarmi a chi rivolgermi? guardando nel web vedo pacchetti ma solo per gruppi già formati.
    Vi ringrazio fin d’ora, ogni consiglio su come strutturare il viaggio è ben voluto!
    Raffaella

  16. Fabrizio scrive:

    Riccardo perdonami se ti rispondo solo ora, ma ieri è stata una giornata da dimenticare. Il soggiorno a Vienna comunque è stato perfetto e la wochenkarte è perfetta per muoversi con i mezzi! Per il restante giorno ho fatto un biglietto da 24h a 7€, ma son stati soldi ben spesi anche quelli.

    Buona vacanza!!

  17. laura scrive:

    ciao a tutti!
    io mi porto avanti… stavo pensando di visitare vienna in concomitanza dei mercatini di natale. che mi dite? sto cercando dove dormire in centro ma ovviamente è più caro. La sera/notte si gira tranquillamente a piedi e sui mezzi pubblici o è meglio dormire in centro anche se più costoso?
    grazie

    1. Fabrizio scrive:

      Si gira tranquillamente coi mezzi :) come zone guardati anche il distretto 15, è collegatissimo (come tutta Vienna del resto) e con prezzi più contenuti!

  18. laura scrive:

    Grazie fabrizio!

  19. Ambra scrive:

    Concordo sul concerto! Prezzi esorbitanti per una misera sala spoglia dalla poca visuale, tutt’altro da quella che ci faranno vedere loro nel depliant! Coloro che pubblicizzano questo evento sono dappertutto in città e sono una banda di frega turisti

  20. Lara scrive:

    Ciao a tutti. Io e il mio ragazzo vorremmo visitare Vienna tra il 26 e il 29 dicembre, andremo in camper. Abbiamo visto che c’è un camping alle porte di Vienna che non ha prezzi altissimi (Wien West) perciò metteremo il camper lì. Qualcuno può darmi un consiglio su come organizzarci per i biglietti dei trasporti e su quali attrazioni non si possono assolutamente perdere? Abbiamo solo due giorni e mezzo ma vogliamo sfruttarli appieno.
    Mi sembra di aver capito che sono imperdibili Hofburg, Schonbrunn, ruota panoramica. Altro di speciale? Capisco che in una città del genere c’è l’imbarazzo della scelta :D
    Grazie a tutti!

    1. Fabrizio scrive:

      Visti i pochi giorni, personalmente eviterei la visita all’interno dell’Hofburg! Sempre a mio parere ritengo che non ci sia nulla di più speciale della piazza del municipio, il Rathaus, e, visto che sei in viaggio col tuo ragazzo, visiterei assolutamente il quartiere di Grinzig, raggiungibile con un bus! Per il resto parti da stephensplatz e gira tu stessa per l’inner stadt, lasciati guidare dall’istinto.. E’ il modo migliore per visitare una città splendida come Vienna!

    2. wilson scrive:

      carissimi ragazzi una piccola informazione l’avrei—–a vienna il 2 dicembre ha aperto un area di sosta camper- ha la possibilita’ di ospitare 180 camper .
      le coordinate sono—n 48°08’13” — E 16°18’57” http://www.reinsemobilstellplatz-wien.ant
      buon viaggio e arrivederci…….anchio saro’ uno di voi a vienna buon natale.

  21. massimiliano scrive:

    salve a tutti,venerdi parto con mia moglie per trascorrere un fine settimana a vienna visto che sono pochi giorni cosa mi consigliate di vedere e soprattutto conviene la vienna card?grazie a tutti

  22. Rosaria scrive:

    Ciao a tutti, io saro’ a Vienna con mio marito da 20 al 24 aprie, per muoverci penso di utilizzare il biglietto settimanale di cui ho letto qui nei post precedenti, dove posso acquistarla? Dato che sono un’amante dell’arte io ho gia messo i programma questi musei: l’Albertina, il Leopold Museum, il Belvedere, il Mumok. Se avete suggerimenti su altri musei o luoghi in stile liberty sono ben accetti…. Grazie

  23. gianfranco scrive:

    Saremo a Vienna a fine luglio come tappa per un piccolo giro in Austria porteremo anche le nostre bici per essere liberi di girare in città lasciando la macchina in hotel. Qualche suggerimento? Saremo anche a Salisburgo.

  24. Clara scrive:

    Salve a tutti, sarò a Vienna dal 17 al 21 giugno, in agenzia mi hanno detto che è inutile fare la tessera settimanale tram che costa un botto, visto che x la maggior parte cammineremo a piedi per visitare la città, pertanto per gli spostamenti conviene comprare le corse di volta in volta, è un corretto consiglio? Considerate che i trasferimenti da e per l’aeroporto li farò in taxi.
    Inoltre cosa mi consigliate di non perdermi assolutamente?
    ultima domanda, visto che coincide con l’anniversario di matrimonio, mangiare in quel ristorante che ruota e che dicono molto romantico, è costoso o abbordabile? ne vale la pena?
    Grazie a quanti vorranno rispondere

    1. valentina scrive:

      ciao Clara!visto che sarò anche io a Vienna per il primo anniversario di matrimonio mi consigli il ristorante panoramico ?prezzi?ne vale la pena?consigli per un locale carino?grazie e scusa per le mille domande :D

  25. Daniela scrive:

    Salve,
    la Vienna card vale solo fino a 15 anni, o è valida anche per gli adulti?
    Grazie

    1. Paolo scrive:

      Certamente la Vienna Card é valida anche per gli adulti, credo tu abbia fatto un po’ di confusione con le informazioni, se ricordo bene fino a 15 anni si può utilizzare una Vienna Card insieme ad un adulto per viaggiare gratis sui mezzi pubblici.

  26. vincenzo scrive:

    vivo a Vienna da 10 anni ormai e posso dirvi che piu’ o meno condivido l’aritcolo
    il CAT e’ decisamente una fregatura da evitare. qualcuno ha scritto che e’ comodo perche’ puoi fare il check-in, vero ma non per tutte le compagnie… ma poi vale la pena spendere 7 euro in piu’ per il biglietto solo per fare il check-in che molte compagnie fanno fare online gratis o direttamente in aeroporto?
    La ruota va provata. e’ la piu’ antica d’europa e’ ha il suo fascino.
    La sacher a me non piace ma concordo con Federica riguardo la “Sacher Stube”.

    1. Luigi scrive:

      ciao Vincenzo, a giorni andrò a Vienna in Vacanza e sono molto combattuto sull’acquisto del CAT. A quanto pare non conviene. Mi fermerò 5 giorni e per questo penso che mi convenga acquistare un weekly pass per i mezzi, sai per caso se questo weekly pass è valido anche per muoversi da e verso l’aeroporto con la S-bahn o ci vuole un altro biglietto? Mi sai dire dove posso acquistarlo?

      1. Paolo scrive:

        Ciao Luigi, per l’aeroporto oltre al biglietto settimanale ce ne vuole uno aggiuntivo per la tratta fuori dai confini cittadini. Qui trovi un articolo specifico a riguardo http://www.quivienna.com/trasporti-2/dallaeroporto-al-centro-vienna-treno-pullman-taxi/

  27. […] E’ un fatto piuttosto evidente: balzano all’occhio, durante una passeggiata per il centro, i gruppi di venditori di biglietti in costume d’epoca, sette- od ottocentesco. Quello che offrono sono concerti composti da pezzi vari e suonati da orchestre anch’esse in costume, talvolta perfino in alcuni ‘templi sacri’ della musica classica quali il Musikverein o la Staatsoper, con un costo minimo sulla quarantina di euro. Per quanto possa sembrare allettante e pittoresco, manca forse di autenticità, come già messo in guarda in questo blog. […]

  28. […] Vi sconsiglio invece di utilizzare il CAT (City Airporto Train). Sebbene in aeroporto la pubblicità sia molto “invasiva” per farlo sembrare il mezzo più comodo, la differenza con il treno cittadino è solamente nel prezzo, ben 11,- € a tratta ( o € 17,- se acquistate andate e ritorno insieme). La stazione è infatti accanto a quella del treno, percorre gli stessi binari e anche il tempo di percorrenza è di solo qualche minuto minore. Dal mio punto di vista una vera e propria fregatura per turisti. […]

  29. […] indicato come una delle fregature per turist a Vienna, il CAT lo ritengo personalmente da utilizzare solo in caso si abbia fretta e non si ha tempo di […]

  30. Laura scrive:

    Ciao Paolo, tra qualche mese verro’a vienna con la mia famiglia, alloggeremo all’hotel MEININGER wien downtown sissi,nel quartiere leopoldstadt ,vorrei consigli per arrivare dall’aeroporto all’hotel. Grazie

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa