Coronavirus Lascia un commento

Il caso Kellermayr è ancora aperto

dottoressa kellermayr pandemia covid corona austria

È passato un anno dalla morte di Lisa-Maria Kellermayr, dottoressa austriaca vittima degli antivaccinisti e dei cospirazioni più radicali durante la pandemia.

La sua storia non viene dimenticata, e pochi giorni fa è stato pubblicato un ottimo documentario per raccontare la sua vita e le indagini ancora in corso, che vi consiglio (purtroppo disponibile solo in tedesco).

Lo si può vedere gratuitamente sulla piattaforma Joyn o sul sito web del canale Puls4.

Qui di seguito il testo che avevo pubblicato l’anno scorso su Instagram:

Centinaia di persone si sono radunate a Vienna davanti alla cattedrale di Santo Stefano per una veglia in ricordo della dottoressa Lisa-Maria Kellermayr. Kellermayr era stata fin dall’inizio della pandemia di coronavirus in prima linea per aiutare i suoi pazienti in Alta Austria, dove risiedeva, e sempre molto presente nei media in particolare per i suoi appelli alla vaccinazione.

Per questo era divenuta bersaglio di gruppi antivaccinisti e cospirazionisti tra i più radicali, ricevendo continue minacce di morte e intimidazioni nel suo studio medico. Le sue richieste di aiuto alla polizia, all’ordine dei medici e alla politica sono state per lungo tempo minimizzate o ignorate. Le era stato consigliato di “evitare di attirare l’attenzione”.

A giugno 2022, a causa delle minacce e dei costi che aveva dovuto sostenere per la sua sicurezza e quella dei suoi dipendenti, era stata costretta a chiudere lo studio medico. La dottoressa Kellermayr era stata lasciata sola.

Il 29 luglio 2022 si è tolta la vita nel suo studio medico. Aveva 36 anni.

  • In Austria il tasso di vaccinazione continua a essere tra i più bassi in Europa (59,9%)
  • Dall’inizio della pandemia sono stati cambiati 3 ministri della salute.
  • I partiti austriaci che si dichiarano contrari ai vaccini vengono stimati nei sondaggi al 25% a livello nazionale.

Se tu o qualcuno che conosci ha dei pensieri suicidi, puoi chiamare il Telefono Amico allo 02 2327 2327 o dal web su telefonoamico.it

Paolo Manganiello

Vivo a Vienna dal 2004. Da più di dieci anni racconto tramite QuiVienna questa città e tutto quello che succede in Austria, con un occhio di riguardo per la comunità italiana.

Scritto da Paolo Manganiello

Vivo a Vienna dal 2004. Da più di dieci anni racconto tramite QuiVienna questa città e tutto quello che succede in Austria, con un occhio di riguardo per la comunità italiana.

0 Commenti

Lascia un commento

Spunta questa casella se vuoi ricevere un avviso quando qualcuno risponde al tuo commento.

Con l'invio di questo commento si autorizza il trattamento dei dati personali per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nella privacy policy .