Menu
Paolo Manganiello
Austria
Un commento
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (3 voti)
Loading...

Quotidiani e riviste in Austria: tutto quello che c’è da sapere (e da leggere)

giornali-quotidiani-riviste-settimanali-vienna-austriaRiuscire a leggere un giornale o una rivista è uno degli obiettivi che molti si prefissano quando iniziano ad imparare il tedesco. Ma a parte il raggiungimento di questo “traguardo linguistico”, la lettura di un quotidiano è anche un passo importante nel lungo processo di integrazione in un Paese straniero, per riuscire a capirne la politica, la cultura e la società in generale.

In Austria il panorama editoriale è sicuramente molto interessante. Da una parte il numero di giornali importanti e a tiratura nazionale è sempre stato molto limitato (mentre sono molto letti quelli regionali), dall’altra parte però la stampa è sempre stata un mezzo di informazioni tra i più importanti, anche a dispetto della televisione. Non dimentichiamo infatti che in Austria i canali televisivi pubblici sono principalmente 2, ovvero ORF1 e ORF2, mentre il panorama delle televisioni private è praticamente inesistente (ma questo è un altro discorso).

Un’altra caratteristica di cui inizialmente molti si stupiscono è che la domenica molti quotidiani non vengono pubblicati. Questo nasce dal fatto che nel 1962 i giornalai decisero di tenere chiuso la domenica e quindi molti quotidiani rimasero senza un luogo dove distribuire le pubblicazioni. Da questa situazione nacque anche un’altra particolarità dei giornali in Austria, ovvero i “sacchetti portagiornali” (cosiddetti “Sonntagsstandl“), dove nel fine settimana è possibile acquistare i quotidiani che vengono pubblicati inserendo il denaro in piccole cassette (mi chiedo sempre se funzionerebbe in Italia…).

I quotidiani

Il panorama dei quotidiani in Austria è dominato storicamente dal Kronen Zeitung, che con 3 milioni di lettori al giorno (su una popolazione di 8 milioni di abitanti) è il più letto e influente del Paese. Pubblicato tutti i giorni, con una edizione speciale la domenica, è caratterizzato da articoli brevi e scritti con un linguaggio semplice e diretto e da un tono popolare e scandalistico.

Da alcuni anni sono entrati con forza nel mercato i quotidiani “free-press” (cosiddetti “Gratiszeitung”), ovvero Heute e Österreich, reperibili la mattina in quasi tutte le stazioni degli autobus e della metropolitana. Giornali “usa e getta”, sono caratterizzati da articoli brevi e titoli urlati (ed esagerati) per attirare l’attenzione dei lettori. Poichè gratuiti la tiratura e anche i lettori sono molti, l’impatto sull’opinione pubblica è però tema di discussione.

Altri quotidiani a tiratura nazionale da conoscere sono:

  • Kurier: al secondo posto tra i giornali nazionali più letti con una tiratura di circa 200.000 copie giornaliere, si definisce un quotidiano indipendente da qualsiasi influenza politica.
  • Der Standard: fondato nel 1988 con il “New York Times” come modello, è un quotidiano di orientamento di centro-sinistra, con circa 100.000 stampe al giorno.
  • Die Presse: quotidiano storico fondato nel 1848 di orientamento “borghese-liberale”, ha una tiratura di circa 90.000 copie al giorno.

Da questa lista mancano i vari giornali regionali, come il Kleine Zeitung, Salzburger Nachrichten o Tiroler Tageszeitung, che sono molto influenti nella loro area di distribuzione, ma hanno una importanza minore a livello nazionale.

Riviste

Il panorama delle riviste in Austria – settimanali o mensili – è ovviamente molto ampio e variegato, ma quelle importanti si contano letteralmente sulle dita di una mano:

  • Profil: è un settimanale pubblicato dal 1970, con articoli di politica, società e cultura. Una tra le pubblicazioni più influenti in Austria, le sue inchieste hanno portato spesso a conseguenze (anche politiche) o discussioni a livello nazionale.
  • News: fondato nel 1992 da Wolfgang Fellner sulla base delle riviste degli Stati Uniti, si caratterizza da un forte uso delle immagini. I contenuti si concentrano sulla politica in modo sensazionalistico e su scandali.
  • Trend (ex Format): è un settimanale incentrato sull’economia, dedicato ad un pubblico non specializzato.

Per chi vive a Vienna una lettura altamente consigliata è il settimanale Falter, una rivista incentrata nei contenuti sulla capitale. Di orientamento di sinistra e con ampio spazio dedicato alla cultura, è una lettura consigliata per chi vuole conoscere veramente la capitale dell’Austria.

Altre riviste che secondo me vale la pena conoscere (e leggere) sono inoltre Augustin, un settimanale “di strada” scritto e venduto da persone in difficoltà con il quale conoscere un’altra realtà della città , e das biber, un mensile gratuito sulle “comunità straniere”, da non perdere per conoscere le altre “minoranze” – oltre a quella italiana – a Vienna.

Paolo Manganiello

Scritto da Paolo Manganiello

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

1 Commento
  1. luigi ha detto:

    sono un veneto e mi chiamo,luigi ghellere e abito a verona,volevo semplicemente ricordare, il centenario della morte,il grande imperatore d’austria franz joseph,unico e stimato.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Con l'invio di questo commento si autorizza il trattamento dei dati personali per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nella privacy policy .