Menu
Paolo Manganiello
Vienna
4 commenti
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (3 voti)
Loading...

Sposarsi a Vienna: informazioni e consigli (da chi ci è già passato)

sposarsi-vienna-informazioni-consigli-burocrazia-comune-consolato-ambasciata-documentiSembra ieri, e invece sono trascorsi già 2 anni da quando – il 10 maggio 2014mi sono sposato a Vienna. Quale occasione migliore quindi per raccontare la mia (anzi nostra!) esperienza?

Siccome sposarsi è un “processo” abbastanza complesso, fatto di discussioni e compromessi che metteranno a dura prova la coppia (chi ci è già passato starà annuendo con il capo…), e quindi c’è molto da scrivere a riguardo, ho deciso di dividere questo articolo in due parti: in questo descriverò tutto il processo burocratico, nel secondo invece scriverò vari consigli in particolare sullo sposarsi a Vienna.

Premetto innanzitutto che il mio è stato un matrimonio “misto” (mia moglie è austriaca), e come già scritto ci siamo sposati a Vienna, quindi le informazioni che vi posso riportare riguardano questa situazione. Se invece foste entrambi italiani o vi voleste sposare in Italia, le procedure burocratiche saranno leggermente differenti.

Altra cosa da ricordare è che in Austria l’unica forma di matrimonio “riconosciuta” dallo Stato è quella civile (quello che si fa in comune insomma). Ovviamente il matrimonio religioso non è vietato, anzi, ma non viene automaticamente riconosciuto come in Italia. Nel mio caso per esempio abbiamo fatto il rito civile il venerdì e il sabato quello in Chiesa (ma si possono anche svolgere in tempi distanti tra loro).

Nota per il rito civile: se volete sposarvi un preciso giorno, è molto importante prenotare la data con molto anticipo. Le sale non sono infatti molte e le richieste sono tante. Inoltre è possibile fare richiesta solamente 6 mesi prima della data. Calcolate quindi in base alla data in cui vorreste celebrare il matrimonio da quando sarà possibile prenotare la sala e fatelo appena possibile (il giorno stesso in cui sarà disponibile), per non rischiare che sia tutto esaurito. Fortunatamente la procedura si può fare molto semplicemente online a questo link: https://www.wien.gv.at/verwaltung/personenwesen/ehe/standesamt/reservierung.html

Per quanto riguarda gli aspetti burocratici, la prima cosa che ho fatto quando abbiamo preso la decisione di sposarci è stata informarmi sulla procedura da seguire sul sito web dell’Ambasciata Italiana a Vienna. La sezione dedicata ai matrimoni è molto chiara ma ci sono vari passi da seguire, quindi è importante prendersi tempo in anticipo per non rischiare di non avere tutto pronto per la data delle nozze.

Innanzitutto bisogna richiedere in Italia una copia del registro delle nascite. (ed farla tradurre in tedesco). Con questa e insieme ad altri documenti standard (Meldezettel, carta d’identità e qualche modulo scaricabile) bisogna recarsi all’ufficio del Consolato Italiano e ottenere il certificato con indicazione della cittadinanza, residenza e stato civile (verrà rilasciato subito).

Con questo certificato io e la mia futura moglie ci siamo recati all’ufficio dell’anagrafe del comune di Vienna vicino a casa nostra (qui la lista di tutti quelli di Vienna). Anche mia moglie ha dovuto portare con se una copia del registro delle nascite, oltre al Meldezettel e un documento d’identità.

Al comune abbiamo comunicato la data del matrimonio e soprattutto se desideriamo mantenere i nostri cognomi o prendere quello del partner o una combinazione (consiglio di discuterne prima per non creare drammi al momento…).

L’ufficio del Comune austriaco ha poi richiesto direttamente al Consolare il certificato di capacità matrimoniale (Ehefähigkeitzeugnis). Questo passaggio può durare anche alcuni mesi, consiglio quindi di recarsi al comune con buon anticipo rispetto alla data del matrimonio. Alla fine di questa procedura il comune di Vienna vi comunicherà che la pratica è stata completata e che siete attesi per celebrare il matrimonio il giorno scelto.

Il giorno del matrimonio è importante non dimenticare di avere un documento di identità (sia per gli sposi che per i testimoni), e ovviamente arrivare in orario! La cerimonia sarà indolore e prima che possiate capire cosa sta succedendo sarete già sposati ;-)

L’ultimo passaggio sarà recarsi nei giorni successivi al matrimonio presso la Cancelleria Consolare e consegnare l’atto di matrimonio su modello internazionale (Auszug aus dem Heiratseintrag) in originale (vi verrà consegnato all’atto del matrimonio).

Nel prossimo articolo vi scriverò della Chiesa dove ci siamo sposati e delle varie possibilità per festeggiare in modo speciale un matrimonio a Vienna!

Immagine (c) Shutterstock / SunKids

Paolo Manganiello

Scritto da Paolo Manganiello

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

4 Commenti
  1. Daniele ha detto:

    Ciao Paolo,

    grazie mille per le utilissime informazioni, peccato solo averle trovate un po’ in ritardo.
    Io e la mia ragazza austriaca vorremmo sposarci a Vienna a settembre, quindi fra pochi giorni cercheremo di prenotare l’appuntamento allo Standesamt per il giorno desiderato. Abbiamo in pratica poco più di 6 mesi di tempo.

    Purtroppo però mi sono mosso un po’ tardi per quanto riguarda la burocrazia. Ho già richiesto il certificato di nascita al comune di milano che ho ottenuto prontamente in versione internazionale, quindi anche in tedesco.

    Il problema è la cosidetta Gesamtbescheinigung, ossia come dici tu il c ertificato con indicazione della cittadinanza, residenza e stato civile. L’ho richiesto venerdì per email ma sul sito dell’ambasciata parlano di tempistiche molto lunghe. Tu invece sembri averlo ricevuto subito dopo esserti presentato in Ambasciata?
    Il fatto è che lo Standesamt ci da solo 14 giorni di tempo per fissare l’appuntamento e ho il timore che l’Ambasciata non mi mandi in documenti per tempo.

    Cosa mi consigli di fare?
    Hai dovuto presentare il certificato anche tu entro 14 giorni dalla prenotazione?

    Mi aiuteresti a togliermi un grosso peso se mi potessi dare qualche dritta.

    Grazie mille!!!
    Daniele

  2. Ali ha detto:

    Ciao Paolo, io e il mio compagno (entrambi italiani residenti in Italia) vorremmo sposarci in Austria.
    Ho letto su internet che la legge austriaca permette di sposarsi anche senza testimoni.
    Tu mi confermi questo?
    Grazie mille!

    1. Effettivamente sul sito web del comune di Vienna è indicato che ci si può sposare anche senza la presenza dei “testimoni”. Ti consigli in ogni caso di mettervi in contatto con il comune, se siete residenti in Italia per sposarsi in Austria è sicuramente necessario un iter burocratico.

      1. Ali ha detto:

        Grazie mille per la risposta!
        Contatterò il comune di Vienna come consigli tu.
        Ciao e grazie!!

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Con l'invio di questo commento si autorizza il trattamento dei dati personali per la finalità, con le modalità e nei limiti indicati nella privacy policy .