Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Marianna
Vienna
Lascia un commento
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Vota!)
Loading...

Vivere Vegan a Vienna

Domenica 11 maggio, se la fortuna ha mosso i vostri passi verso Stephansplatz, vi sarete certamente imbattuti nel Vegan Bake Sale, ossia la vendita di dolci vegani fatti in casa: torte a doppio strato, muffins, brownies, cupcakes, plumcakes, tiramisù, biscottini, biscottoni, strudel.

Tutto realizzato senza latticini e senza uova. Tanto gli autoctoni quanto i turisti hanno preso d’assalto lo stand, e alle mie italiche orecchie non sono sfuggiti commenti del tipo: “Ma guarda! E’ tutto vegano, però è bello!”.

A qualcuno, italiano o no, potrà sembrare incredibile, ma la santa sede della Schnitzel è anche una delle città più adatte alle esigenze dei vegani. Si dice “vegan friendly”.

Ad esempio, sapevate che a Stumpergasse 57, 1060, si trova un supermercato con annesso ristorante completamente vegano? E’ Maran Vegan, uno dei primi negozi nel suo genere in Europa.

Il cliente non ha bisogno di leggere gli ingredienti dei prodotti: tutto ciò su cui allungherà le vegane mani è già stato sottoposto al vaglio di un lettore di etichette e sistemato graziosamente sugli scaffali. Il vegano medio italiano vedrà per la prima volta dal vivo prodotti leggendari come il no-egg, il burro di cacao e le gomme da masticare senza gelatina animale.

La cucina comprende piatti freddi, zuppe e primi caldi, nonché dolci, frullati, caffè e bevande di ogni genere, preparati con ingredienti biologici accostati sapientemente per fare di ogni piatto una bomba nutritiva.

E di Veganista avete mai sentito parlare? Gelateria solo vegana, a Neustiftgasse 23, 1070. Tantissimi gusti in cono o coppetta, da quelli più tradizionali ai più insoliti. Un consiglio spassionato? Ciliegia! Anche i più onnipresenti Bortolotti, Zanoni e persino il fieramente bovino Greißler offrono molti gusti 100% vegetali. Il cono però solitamente non lo è.

Anker ha da poco ampliato la sua offerta con 40 prodotti vegani, subito riconoscibili per la scritta “vegan” sul cartellino. Fra i dolci sono disponibili al momento Apferl- e Ribiserltascherl.

Da Ströck la scelta dolce è un po’ meno varia: il Gugelhupf Trio e un plumcake ai mirtilli rossi ma qui, a differenza di Anker, si può preparare tutto anche con il latte di soia. Tofu Snack, Marokkanischer Salat e Cous-Cous-Salat completano l’offerta vegana.

Ancora una nota dolce: a Nordbergstraße 6A, 1090, Steffi e Susi Probst, madre e figlia, hanno aperto Happy Cakes, dove troverete vari dolciumi e bevande solo vegan, in un locale molto intimo e accogliente. E’ possibile anche prenotare dolci interi telefonando o scrivendo un’email con almeno due giorni di anticipo.

La lista dei ristoranti e delle pizzerie solo vegani o vegan-friendly è davvero lunga e soggetta a cambiamenti. Vale pertanto tenere sotto controllo le evoluzioni, ad esempio sul sito http://neu.vegan.at  dove potrete iscrivervi anche alla newsletter per essere sempre informati su eventi, manifestazioni, incontri, volantinaggi.

Il gruppo – lo stesso che ha organizzato il vegan bake sale – funziona molto bene e lavora con successo. L’ultimo mercoledì del mese, al veg pub Rupp’s (Arbeitergasse 46, 1050), dalle 19:30 c’è un incontro fra attivisti, aperto anche ai nuovi simpatizzanti. Non c’è bisogno di annunciare la propria venuta.

Per quanto riguarda i prodotti per l’igiene cruelty-free – ossia che non sono stati testati su animali – da DM si trova tutta la gamma Alverde. In caso di dubbi su una marca, come saprete, va consultata la lista della BUAV.

Segnalo anche un negozio di abbigliamento, accessori e cosmetici completamente vegan: Muso Koroni, Josefstädterstraße 33, 1080, che ha l’unica pecca di non essere alla portata di tutte le tasche.

Per chi volesse una guida completa con indirizzi, informazioni e consigli per vivere vegan a Vienna è disponibile Vegan in Wien, edita da Holzbaum.

A chi vive ancora in Italia pensando di trasferirsi a Vienna farà piacere sapere che anche i supermercati “normali” non lesinano cibi vegani. Per chi era abituato a comprarli da internet sarà un’emozione trovare da Merkur i formaggi vegetali, fra cui il mozzarella style per la pizza e la nostrana Mozzarisella.

Patè vegetali, hummus, falafel, latte di soia, di riso, di avena, di farro, di mandorle, di nocciola, di cocco, zuccherati e non, naturali o alla vaniglia o al cioccolato, yogurt, budini… a Vienna troverete tutto ciò che eravate abituati a comprare in Italia, e molto di più.

Tutto vegano, però è bello.

email
Marianna

Scritto da Marianna

Mi chiamo Marianna e vengo dalla provincia di Foggia. Vienna mi ha chiamata a sé nell'ottobre 2013 . E io ho obbedito.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa