Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Università
Lascia un commento
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (3 voti)
Loading...

Erasmus a Vienna: 10 consigli utili per una esperienza indimenticabile!

Vi avevo mai raccontato che quando arrivai a Vienna nel 2004 fu proprio grazie al progetto Erasmus? Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti, ma delle esperienze ed avventure di quei primi 10 mesi (in quella che poi è diventata la mia casa) ne ho ancora vivo il ricordo e molte delle amicizie costruite a quel tempo sono rimaste ancora intatte.

Per molti l’esperienza dell’Erasmus sarà il primo periodo lungo di vita all’estero, ed è quindi normale all’inizio avere tante domande e dubbi. Per darvi una mano almeno per quanto riguarda Vienna vi lascio 10 consigli per rendere questa esperienza indimenticabile!

1) Iniziate con i preparativi per tempo! Cercate informazione su Vienna, sull’università che frequenterete e su tutto quello che vorrete fare durante il vostro periodo all’estero (non solo studiare!). Un semestre o due sembrano lunghi ma passano al volo, quindi è sicuramente una buona idea farsi un “piano mentale” delle esperienze che vorreste fare , per poi – come sempre accade – lasciarsi trascinare dalle avventure e possibilità che si apriranno una volta qui!

2) Cercate una stanza o appartamento con buon anticipo. Leggo sempre di molti che iniziano a cercare un alloggio ad agosto o addirittura a settembre, ma per una città come Vienna è veramente già tardissimo: gli studentati accettano richieste per stanze al massimo fino a maggio o giugno, e trovare una stanza in appartamento senza essere qui è veramente difficile. Io vi consiglio di appoggiarvi all’OeAD, facendo domanda per tempo vi troveranno loro una stanza in uno dei tanti studentati di Vienna.

3) Non spaventatevi se il vostro alloggio è lontano dall’università dove studiate: i mezzi pubblici di Vienna sono veramente efficienti e si può arrivare (quasi) ovunque senza difficoltà. In generale il mio consiglio per chiunque cerchi un posto dove vivere è che sia vicino ad una fermata della metropolitana, in questo modo sarà facilissimo muoversi!

4) Se avete bisogno di un lavoretto part-time per integrare la borsa di studio Erasmus cercate su portali come unijobs.at oppure studentjob.at , quasi ogni giorno si trovano offerte per tutti i tipi di occupazione, da baby-sitter a cameriere fino al volantinaggio.

5) Informatevi sull’ESN (Erasmus Student Network) della vostra università (o infiltratevi negli eventi delle altre!). In particolare all’inizio del semestre organizzano serate per conoscersi e dare consigli su come vivere al meglio la città, oltre ad organizzare anche attività durante i fine settimana. Un ottimo modo per conoscere tanti altri studenti internazionali!

6) A proposito di conoscere persone, è facile conoscere da subito un gruppo di italiani e rimanere solo con loro. Ma siete all’estero, in un ambiente internazionale, quindi cercate di conoscere più persone possibile, da tutto il mondo. Vi permetterà di scoprire tante culture, non solo quella austriaca, e renderà il vostro soggiorno una esperienza nel vero spirito dell’Erasmus.

7) E anche se conoscerete persone da tutto il mondo, non dimenticate di parlare il tedesco il più possibile. Non è facile lo so, e spesso sembra più immediato comunicare in inglese, ma quale possibilità migliore avete di perfezionare (o imparare) una lingua che in un Paese dove tutti la parlano? Potete seguire corsi, o fare un tandem oppure anche solo ascoltare la radio o leggere un fumetto, è più semplice di quello che sembra!

8) Appena potete uscite da Vienna! Una delle cose mi piacciono di più di Vienna è la sua posizione nel mezzo dell’Europa. Partite alla scoperta di bellissime città come Praga, Budapest, Bratislava, Cracovia, ma anche a Trieste o Venezia oppure anche in Austria i luoghi da visitare sicuramente non mancano.

9) Non dimenticate però che siete qui anche per studiare! Scegliere bene i corsi che volete frequentare, io vi consiglio meglio pochi fatti bene che troppi senza poi poter dare gli esami, e seguite le lezioni. Non vi fate spaventare dall’ambiente sicuramente diverso rispetto all’università italiana, è anche questa una bella esperienza per capire le differenze tra i modi di imparare tra le nazioni.

10) Infine il mio ultimo consiglio è di non scoraggiarsi! Soprattutto i primi giorni, quando si arriva in una nuova città, con una lingua difficile da capire, senza magari conoscere ancora nessuno è facile sentirsi soli e domandarsi “chi me lo ha fatto fare?”. E’ una sensazione normale che è capitata a tutti: non abbiate paura, vedrete che dopo pochi giorni inizierete a scoprire questa meravigliosa città, fare tante amicizie e tutto andrà per il meglio!

Avete trascorso un periodo a Vienna tramite il programma Erasmus? Raccontateci la vostra esperienza nei commenti! 

Scritto da Paolo Manganiello

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa