Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
David
Musica
Lascia un commento
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Vota!)
Loading...

Cosa pensano gli austriaci dell’Italia?

Sicuramente c’è chi la ama e chi la odia, colui che ci va in vacanza e colei che proprio non riesce ad andarci, quello che la vede con sospetto e quella che si lascia incantare… le risposte a questa domanda saranno molteplici come differenti sono le persone alle quali si porrà questa domanda.

E allora forse è meglio un’altro approccio per avere un minimo di risposta alla nostra domanda, ovvero tramite la musica!

Di seguito ho elencato 3 canzoni “nazionalpopolari” che in qualche modo hanno a che fare con l’Italia.

Ascoltatele e se vi sentiste offesi non prendetevela troppo, anche se in qualche caso piene di stereotipi e luoghi comuni sono pur sempre un tributo al Belpaese!

Falco – “Junge Römer”

Johann “Hans” Hölzel, in arte Falco: sicuramente il più famoso dei 3 artisti. Negli anni 80 ha dominato la scena musicale di lingua tedesca, arrivando pure al primo posto dei Billboard Charts con “Rock me Amadeus”, primo cantante di lingua tedesca a riuscire in questa impresa.

La canzone “Junge Römer” é tratta dall’omonimo secondo album di Falco, che per l’artista però si rilevò un flop in termini di vendite.

La canzone composta da 3 strofe, viene cantata in 3 lingue: tedesco, italiano e inglese. Può essere forse vista come un tributo alla città capitolina e alle sue notti di festa dove si balla fino al mattino aspettando il nuovo giorno.

Reinhard Fendrich – “Strada del sole”

Reinhard Fendrich: uno degli esponenti del cosiddetto “Austropop”, genere musicale di cantautori austriaci, che cantano in dialetto. Assieme a Wolfgang Ambros e Georg Danzer ha dato vita al gruppo “Austria 3“, che fino alla morte di Danzer ha spopolato in tutto il paese. Fendrich ha anche composto “I am from Austria” ritenuto da tanti l’inno ufficioso dell’Austria.

In “Strada del sole” canta le vicende di una ragazzo che va in vacanza in Italia con la fidanzata e se la vede soffiare da un’italiano con “l’Alfa Romeo” e “molto potente”. Alla fine se ne ritorna a Vienna infischiandosene delle città che voleva vedere, meglio allora andare dai propri “Kumpani” al “Gänsehäufel” (stabilimento balneare sul Danubio). Canzone molto ironica, che gioca con le parole italiane che si conoscono o vengono usate nel linguaggio austriaco.

EAV –  “Heisse Nächte (in Palermo)”

Erste Allgemeine Verunsicherung, abbreviato EAV: gruppo musicale che si potrebbe definire gli “Elio e le storie tese” austriaci. Cantano canzoni dal testo demenziale ed irriverente, in alcuni casi con allusioni e critica specifica alla società, politica e chiesa. Alcune loro canzoni sono state oggetto di aspre critiche e furono censurate. Gli EAV sono comunque un gruppo molto famoso, che ancora oggi riesce a attirare molta gente. Si autodefiniscono un gruppo puramente di intrattenimento e divertimento.

La canzone “Heisse Nächte (in Palermo)” tratta di un boss mafioso che racconta alla sua famiglia come un tempo tutto era migliore e che invece ore é diventato tutto più difficile, perché nessuno si lascia più corrompere. Il testo é ovviamente pieno di stereotipi e luoghi comuni mafiosi e parole che sono conosciute nel gergo austriaco.

E voi conoscete altre canzoni di artisti austriaci, che hanno a che fare con l’Italia?

email
David

Scritto da David

Meranese di nascita è arrivato a Vienna nel 2002 per motivi di studio. All'amore per la cittá si aggiunse ben presto l'amore vero, con frutti insperati.
Orgoglioso di possedere il patentino A di bilinguismo, si rammarica del fatto che al di fuori dall'Alto Adige nessuno sappia cosa sia e non gli serva a niente.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa