Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Lavoro
54 commenti
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (2 voti)
Loading...

Ufficio di collocamento (AMS) in Austria: informazioni e consigli

L’AMS (ArbeitsMarktService) è l‘ufficio di collocamento per l’Austria, un servizio statale che offre aiuto a chi è in cerca di un lavoro (come primo impiego o perchè disoccupato causa licenziamento).

In questa guida e in alcuni articoli successivi cercherò di raccogliere delle informazioni che spero siano utili per chi è alla ricerca di un lavoro a Vienna o in Austria.

PREMESSA: la legislazione in merito ai diritti e doveri nel mercato del lavoro e per la disoccupazione in Austria è molto complessa e non facilmente generalizzabile. Quelle che seguono sono quindi solo delle informazioni generali per farsi una prima idea. Se volete informazioni riguardo al vostro caso specifico è importante rivolgersi presso un centro AMS.

La prima cosa da fare se non si ha lavoro è rivolgersi ad un ufficio AMS. Per potersi iscrivere è importante recarsi presso quello competente per il proprio distretto.

Una lista completa degli uffici AMS di Vienna la trovate a questo link: http://www.ams.at/wien/sfa/sfags.html (un centro AMS può essere competente per più distretti).

Dopo la registrazione si verrà assegnati ad un consulente (“Berater”) che vi aiuterà nella ricerca di un lavoro, e vi spiegherà quali sono i vostri diritti e doveri (sussidio di disoccupazione ,corsi, etc.).

In generale chiunque può iscriversi all’AMS, l’unico documento veramente necessario è infatti il Meldezettel. In base alla propria situazione lavorativa esistono però due tipi di “status” in cui venire classificati:

  • Arbeitssuchend (“in cerca di lavoro”) viene conferito se non si ha ancora lavorato in Austria. Non permette di accedere ad assegno di disoccupazione o altri benefici statali.
  • Arbeitslos (“senza lavoro / disoccupato”) viene conferito se si soddisfano i seguenti requisiti:
    • essere in possesso dell’Anmeldebescheinigung
    • avere lavorato almeno 52 settimane negli ultimi 24 mesi, anche non cotinuativamente, in Austria come “Vollversichert” (ovvero versando i contributi di previdenza sociale) oppure aver lavorato almeno 52 settimane negli ultimi 24 mesi in un Paese dell’Unione Europea e almeno 1 giorno in Austria come “Vollversichert”.

Con lo status di Arbeitslos si può richiedere il sussidio di disoccupazione e si ha la possibilità di frequentare i corsi offerti dall’AMS (per esempio di tedesco o di aggiornamento/riqualificazione professionale).

Il modulo U1 (ex E301)

Per chi è in cerca di lavoro è molto importante essere in possesso del modulo U1 (ex E301).

Questo documento attesta i periodi di occupazione e copertura assicurativa già maturati in Italia (o in altri Paesi dell’Unione Europea), e può essere richiesto in Italia presso l’INPS di residenza.

E’ consigliato portare questo documento quando ci si reca per la prima volta all’AMS, in questo modo sarà più facile riuscire a capire quali sono i diritti a cui si ha accesso in Austria.

Il sussidio di disoccupazione

Chi è stato classificato come “Arbeitslos” può avere diritto ad un sussidio di disoccupazione mentre è in cerca di lavoro, che può variare dal 55% al 80% dello stipendio percepito in precedenza.

In base a vari fattori il sussidio può venire erogato fino ad 12 mesi, ma può variare in base alla propria situazione familiare. Per farsi un’idea dell’ammontare del sussidio di disoccupazione potete calcolarlo tramite questa pagina http://ams.brz.gv.at/ams/alrech/ . Per avere una risposta precisa consiglio comunque di rivolgersi al proprio consulente presso l’AMS di competenza.

Interessante è che si può comunque avere una occupazione Geringfügig (ovvero che non superi il limite di Euro 395,41 al mese) senza perdere il diritto alla disoccupazione. Sicuramente una buona possibilità per integrare mentre si è alla ricerca di una occupazione stabile.

Link utili

email

Scritto da Paolo

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

54 Commenti
  1. Michela scrive:

    Bravo Paolo! Aggiungo solo una precisazione: qui in Austria si e’ “classificati” arbeitslos anche se non si possiede l’ Anmeldebescheinigung, basta essere residenti da prima del 01.01.2006 OPPURE avere lavorato almeno un giorno da dipendente ( non geringfügig) o ancora almeno un giorno da libero professionista ( avendo comunque versato la quota per la disoccupazione).

  2. valentino scrive:

    Cosa succede al sussidio di disoccupazione dopo che è stato parzialmente usato?

    1. Michela scrive:

      rimane e ti aspetta paziente… (diciamo in linea di massima per 5 anni…)

  3. Cristiano scrive:

    Vorrei capire dove trovo la lista degli uffici competenti per zona dell’ AMS io abito al 23 bezirk mi serve per registrarmi

    1. Michela scrive:

      Sulla pagina http://www.ams.at trovi tutte le informazioni, comunque qui di seguito l´indirizzo nel tuo caso:

      AMS Wien Schönbrunner Straße*

      Schönbrunner Straße 247
      1120 Wien

      Tel: (01) 878 71
      Fax: (01) 878 71 – 250 89
      E-Mail

      Öffnungszeiten
      Mo-Do 8.00 -15.30 Uhr, Fr 8.00 -13.00 Uhr
      Sa-So geschlossen

      Für Vorsprachen ohne vereinbarten Termin und Arbeitslosmeldungen wenden Sie sich bitte an die Information!
      Sie möchten ein persönliches Gespräch mit Ihrem/r Berater/in? Für eine Terminvereinbarung wenden Sie sich bitte an die Information!

  4. GIUSEPPE D'APPOLLONIO scrive:

    Qualcuno saprebbe dirmi con certezza se a Vienna nel frattempo che cerchi un lavoro hai diritto a un assegno sociale ? Se si , per quanto tempo ?

    1. Paolo scrive:

      Ciao Giuseppe, il sussidio di disoccupazione viene dato solo alle persone che hanno già lavorato almeno 52 settimane in Austria. Se al momento percepisci la disoccupazione in Italia eventualmente puoi spostarla all’estero, leggi qui http://www.quivienna.com/lavoro/cercare-lavoro-allestero-percependo-la-disoccupazione-dallitalia/

  5. GIUSEPPE D'APPOLLONIO scrive:

    la mi mail e’ dappoollonio.giuseppe@libero.it GRAZIE

  6. Stefano scrive:

    ottimo articolo Paolo,
    desidererei solamente aggiungere:
    approposito formulario U1, (ex E301)
    chi come molti venne in Austria da anni e mai gli venne in mente che espatriando doveva farsi dare questo formulario nuovo dell EU si trovera’ in grossi problemi per averlo, l’ AMS lo richiede se non lo hai la calcolazione della cosidetta NOTSTANDHILFE (dopo l’ anno di disoccupazione) sara errata.
    per richiederlo in Italia, all’ INPS o alla camera del lavoro si aspetta dai 4 ai 6 mesi. invece,,,se si va sulla pagina dell’ INPS si otterra la lista dei tempi di lavorazione in ITALIA on-line detto (estratto conto Previdenziale) che in fin dei conti e’ lo stesso…..ma attenzione alla burocrazia,, L’ AMS non lo riconosce…

    1. Michela scrive:

      Vorrei precisare che i tempi del rilascio per il formulario U1 magari possono variare da regione a regione… Non conosco comunque nessuno che ha dovuto aspettare cosi’ a lungo! L’ AMS non riconosce l’ estratto conto previdenziale in quanto esso non’ e’riconosciuto come formulario europeo. L’ U1 e’ invece riconosciuto in tutti i paesi EU. Comunque se non si ha la possibilita’ di richiederlo personalmente, l’ AMS puo’ richiederlo d’ ufficio!

      1. Stefano scrive:

        anche io vorrei precisare signora Michela che l’ AMS non fa nulla d’ ufficio,
        nel nostro caso specifico ci ha indirizzati alla cassa pensione di Vienna loro hanno il cosidetto (Electronic Exchange of social security (EESSI) systema dell’ EU per comunicare fra gli stati membri, in piu’ si puo anche richiedere l’ aiuto dell Patronato Inca-CGIL Innsbruck
        Wilhelm-Greilstr. 18
        6020 Innsbruck
        Tel.: +43 (0) 512/583811

        Fax: +43 (0) 512/5838114
        e-mail: inca.innsbruck@gmx.at….
        poi si aspetta,,,,mesi mesi,,,
        e questa e’ purtroppo non teoria ma la pratica,,,,

        1. Michela scrive:

          Mi dispiace per la Sua situazione, ribadisco comunque che l’AMS espleta molte pratiche d’ufficio! Come impiegate/i all’Ams si e’ tenuti a farlo se cio’ contribuisci ad accelelrare i tempi per chiarire determinate situazioni! E la legge e le disposizioni ministeriali sono uguali e valgono anche qui per tutti! Che Wien sia anders e’ gia’ noto, comunque se avete dei problemi all’ufficio di Innsbruck, chiederei spiegazioni alla responsabile della sua/ suo consulente AMS. Buona fortuna.

  7. Stefano scrive:

    ma certo, MIchela le leggi specie le “NH-VO” sono fatte per tutti gli Italiani o stranieri,, solo,,,,

    1) per gli Italiani, che andranno all’ AMS per sia “arbeitlosen” sia per la “Notstandshilfe” e dovranno firmare la domanda per la stessa, prendete con voi qualcuno che sappia il tedesco alla pefezione, anche se gli inpiegati dell’ AMS cercheranno di non farvi entrare nella stanza, o vi piace firmare un contratto senza capire cosa firmate?? spesso esistono i cosidetti “antrag” in svariate lingue, in Italiano mai visti.

    2) altra informazione, se abitate con altre persone (WG) state attenti a cosa scrivete , per la calcolazione di quello che avrete a fine mese, verranno prese in considerazione anche quello che guadagnano i vostri coinquilini, se potete studiatevi bene le leggi o fatevi tradurre le stesse specie le leggi § 5 e §6 abs. 1- 8 NH-VO.

    3) se ricevete un cosidetto “mitteilung” risposta, se non siete sicuri che sia giusto richiedete all’ AMS un cosidetto “bescheid” dove verra spiegato il tutto e le leggi che vengono usate.

    4) ultima istanza , se non vi trovate d’ accordo con le leggi vigenti, prendete il BESCHEID e andate alla camera dei lavoratori (che Voi pagate) detta AK…un giurista controllera il tutto e vi dara risposta.

    buona fortuna a Voi.

  8. Mimmo scrive:

    Avrei una domanda da porvi su una questione che non ho mai approfondito bene.
    Senza l’ Anmeldebescheinigung non è possibile richiedere il sussidio di disoccupazione anche dopo aver lavorato per più di un anno di fila in Austria??!

    1. Michela scrive:

      Se hai lavorato per almeno un anno negl’ ultimi due, anche senza Anmeldebescheinigung, hai diritto alla disoccupazione austriaca.

      1. Giuseppe scrive:

        In Austria, per richiedere la disoccupazione, tengono conto anche degli anni lavorati in Italia come partita iva? Io in Italia negli ultimi 2 anni ho lavorato sia con p.iva che come dipendente. Grazie. Un saluto. G.

        1. Paolo scrive:

          Da quello che so il modulo da presentare è il U1 , se su questo non sono conteggiati i contributi versati da libero professionista ti devi rivolgere all’INPS per chiarire quale dichiarazione puoi avere.

  9. Mimmo scrive:

    Quindi non è fondamentale per vivere in Austria?! Allora considerando che dovrei pagare sicuramente qualche penale, visto che vivo da più di un anno senza Anmeldebescheinigung, mi sorge spontaneo pensare che sono solo soldi che si fregano e se davvero non dovesse cambiarmi nulla….non ne faccio e pace!

  10. Aurora scrive:

    Buonasera a tutti,

    avendo lavorato a Vienna per più di tre anni, da due mesi ricevo il sussidio di disoccupazione. Il pagamento del mese di Gennaio non e’ ancora arrivato mentre di solito lo ricevo entro il 4 del mese. Devo iniziare a preoccuparmi? Non penso che il sussidio di disoccupazione sia stato revocato visto che mi sono recata regolarmente ai colloqui presso l’AMS del mio distretto e il prossimo appuntamento e previsto il 3 Febbraio.
    Grazie dell’aiuto,
    Aurora

    1. Paolo scrive:

      Ti devi rivolgere direttamente all’AMS dove sei iscritta o al tuo Berater, noi purtroppo non possiamo fare molto…

  11. […] chi è da considerare “senza lavoro/disoccupato”. Per esempio in Austria, chi segue un corso dell’AMS o lavora almeno 1 ora alla settimana non viene più considerato come “disoccupato”, e […]

  12. Valentina scrive:

    Ciao a tutti, mi trovo a Vienna, sapete dirmi se posso richiedere il modello U1 all’IINPS della mia città italiana tramite PEC? Sarebbe un bel casino tornare in Italia ora…

    1. Paolo scrive:

      Devi provare a sentire direttamente l’INPS della tua città… prova a chiamarli o a scrivere una email.

  13. Valentina scrive:

    Grazie Paolo, scritto PEC…..speriamo mi rispondano dal Far East salentino….

  14. maurizio scrive:

    Buongiorno a tutti.sono Maurizio disoccupato in italia da due anni.vorrei tentare di cercare qualsiasi lavoro nella vicina Austria visto che vivo a Udine.Qualcuno mi sa dire se devo avere un domicilio anche in affitto in Austria e se AMS poi ti aiuta per trovare un lavoro??..U1 già ce l’ho.Grazie 1000 a chi mi vorrà rispondere e gioiosa giornata a tutti.

  15. mauro scrive:

    salve mi chiamo mauro mi trovo da 4 mesi qua e non riesco a trovare un lavoro… x cortesia mi potete aiutarmi a trovare un lavoro… qualsiasi e… oppure indicarmi dove antare AMS… si pero non conosco la linqua…vi preco di inticcarmi soluzione piu facili.o gia un affitto e mi trovo …rappgasse 2\6-7 1210 wien.nella attesa un cordiale saluto .mauro.

    1. Paolo scrive:

      Qui trovi tutti gli indirizzi degli uffici dell’AMS di Vienna http://www.ams.at/wien/service-arbeitsuchende/arbeitsuche/geschaeftsstellen/adressen
      In alternativa prova anche a rivolgerti al “Beratungszentrum für Migranten” (dovrebbero parlare anche italiano), trovi l’indirizzo qui http://www.migrant.at/homepage-2006/erreichbarhohermarkt/erreichbarhohermarkt.html

      1. mauro scrive:

        grazie paolo ci provo ma sara difficile per me ti ringrazio molto almeno tu mi ai risposto….se sai qualcosa non dimenticarti di me ok ciao e buon lavoro.

  16. katia passari scrive:

    Buongiorno,

    Vorrei porre una domanda che non mi sembra molto popolare,sembrano davvero poche le persone dai 50 anni in su che cercano lavoro…
    comunque volevo una informazione sulla condizione di una persona di 53 anni che vuole trasferirsi a Vienna e cercare un lavoro,non parlo molto bene il tedesco,ma benissimo l’inglese e altre lingue,ebbene queste persone considerate ormai” vecchie”,hanno ancora delle possibilità in Austria per trovare un lavoro? o sono messe ai margini come in tanti altri paesi europei e anche la “grande Svizzera”
    Sono andata su waff.at e mi sembra di aver capito che prima c’erano degli aiuti
    per questa categoria (ormai siamo una categoria) per essere introdotti nel mondo lavorativo ma ora non più.
    Qualcuno sa rispondermi e aggiornarmi sulla situazione?

    Grazie a chiunque sappia darmi una risposta sicura

  17. silvia scrive:

    Per esperienza personale: se in Italia siete disoccupati dovete farvi rilasciare il modello U2 e non U1. Non verrà accettato all’AMS.

  18. rosario scrive:

    buona sera a tutti sono pensionato civile italiano inps ed ho anche una pensione di invalidita tedesca vorrei trasferirmi in austria ,potrei ricevere un sostegnio dalla sociale?

    1. Paolo scrive:

      Gentile Rosario, dovresti rivolgerti all’INPS o ancora meglio alla versione “austriaca” (https://www.sozialversicherung.at) per chiarire la tua posizione. Eventualmente chiedi consiglio al consolato austriaco in Italia.

  19. Andrea scrive:

    salve vivo a linz. Ho lavorato per 8 mesi in un magazzino,poi mi sono fermato 5 mesi e ho studiato tedesco. Subito dopo ho ripreso a lavorare per 4 mesi in un hotel. Avrei diritto alla disoccupazione. ??Alla fine di luglio ho 12 mesi di contributi versati negli ultimi due anni.

    1. Paolo scrive:

      Devi rivolgerti direttamente all’AMS, hanno tutti i tuoi dati con i periodi di lavoro e ti sapranno sicuramente dare una risposta.

  20. laura scrive:

    dopo 6 mesi a vienna (3 + 3, cioè 2 meldezettel) e quasi 3 mesi a salisburgo, non sono riuscita a convincere nessun impiegato di ams a farmi iscrivere nelle loro liste. ho specificato che sono arbeitssuchend, ma loro sostengono che non esiste alcuna lista. mi hanno gentilmente mostrato i loro computer e mi hanno spiegato come fare la ricerca lavoro (cosa che ho fatto da casa, sia in italia che in austria).
    avete da suggerirmi qualcosa per convincere costoro che “chiunque può iscriversi all’AMS, l’unico documento veramente necessario è infatti il Meldezettel”(cit.) ? grazie

  21. Andrea scrive:

    Ciao. Ti sbagli. Io vivo a Linz. Per iscriversi nelle liste di ams devi aver lavorato almeno 3 mesi e quindi portare ad ams 3 buste paga oppure avere anmeldebescheinigung. Altrimenti con il lodo maledette o non ti iscrivono.

  22. Mario scrive:

    Sono Mario e ho letto tutto quelche avete scritto fino adeso , è non ho capito qualle e il miglior modo di procurarmi il famosso ” E301/PDU1″ , l’hano questo anche a me …… Grazzie.

    1. Paolo scrive:

      Come scritto nell’articolo puoi richiedere il modulo in Italia presso l’INPS di residenza.

  23. Youssef scrive:

    Salve
    Nel prossimi giorni passo a la disoccupazione naspi per 2 anni.
    Ti chiedo informazioni per favore si andavo in un altro paese europeo a cercare lavoro posso chiedere indennità dopo un giorno di lavoro o no ????

  24. Paolo scrive:

    Salve,
    Vorrei sapere se sia possibile lavorare in Austria senza avere la possibilità di dimostrare di:
    “2) avere lavorato almeno 52 settimane negli ultimi 24 mesi” …..??
    Saluti.

  25. Sal scrive:

    salve
    vorrei sapere se in Austria e possibile carcera lavoro come geometra, oppure ogni tipo di lavoro perché mi ad dato a tutti i tipi di lavoro, unico problema e la lingua, visto che in Italia sono giovane per la pensione e vecchio per lavorare ,se qualcuno mi può indicare qualche agenzia di collocamento dove posso inviare il mio curriculum , grazie a tutti per l’attenzione .

  26. Katia scrive:

    Salve sono una donna italiana di 40anni sono in Austria a Salisburgo dove ho lavorato per 5mesi in un ristorante italiano come aiuto cuoca lavapiatti …sono andata x la disoccupazione e mi hanno detto che la devo richiedere in Italia…. E in quanto a lavoro niente…non mi sta aiutando nessuno…come posso fare?Qualcuno di voi può aiutarmi a trovare lavoro a Salisburgo grazie..Katia

  27. […] austriaco.  Molte delle cose di cui si è parlato le avevo già pubblicate in passato in alcuni articoli (ma non fa mai male ripassare), quindi vi riporto solo le novità di cui non ero ancora a […]

  28. Francesco scrive:

    Ciao,

    una domanda: se sono single, senza lavoro, senza figli ma possiedo un appartamento a Vienna, ho diritto al Notstandshilfe una volta terminato l Arbeitelose?

    Grazie!

    1. Paolo scrive:

      Non è facile rispondere senza avere tutti i dettagli, quindi ti consiglio di chiedere direttamente all’AMS, ti sapranno sicuramente dare una risposta chiara.

  29. Marco scrive:

    Salve sono Marco,io lavoro a vienna da quasi 2 anni e vorrei frequentare un corso di tedesco per avere prospettive di crescita maggiori.Posso chiedere un’aiuto economico all’arbeitskammer? O all’ams? Porgo questa domanda perchè non ho la residenza in austria,ma come detto pago le tasse qui da quasi 2 anni e prima di iscrivermi ad un corso a pagamento volevo qualche consiglio.
    Grazie mille per l’attenzione e l’aiuto.

    1. Paolo scrive:

      Ti consiglio prima di tutto di rivolgerti alla scuola di tedesco che vorresti frequentare, sapranno sicuramente consigliarti su dove ricevere eventuali sussidi per frequentare i loro corsi. In ogni caso da quello che ricordo se ne hai bisogno per il lavoro sia l’AMS che il WAFF danno degli aiuti economici.

  30. Massimiliano Poggio scrive:

    Buonasera,
    Leggendo il vostro articolo vorrei cortesemente chiedervi se come Arbeitsuchende mi posso registrare pur non avendo con me il modilo U1. Purtroppo ho letto il vostro articolo in ritardo e i trovo già a Vienna.

    Cordiali saluti

    Massijiliano Poggio

  31. Katia scrive:

    Salve sono Katia,
    lavoro a Vienna da quasi 2 anni,e vorrei farvi una domanda:
    ma all’ams bisogna iscriversi comunque anche se si lavora, per un eventuale bisogno futuro di un sussidio di disoccupazione o ci si iscrive una volta che si è disoccupati?
    grazie

  32. Marzia scrive:

    Scusate, se io volessi venire a Vienna (o da qualche parte in Austria) per imparare il tedesco, perché il mio scopo è imparare la lingua tedesca, ma per potermi spostare avrei bisogno di lavorare (cioè, mi sposto nel momento in cui ho un lavoro e posso pagarmi l’affitto), come posso fare? Esiste un modo di usare la propria lingua madre per fare un lavoretto (che sia diverso dal cuoco/cameriere/gelataio/lavapiatti in ristorante italiano), anche part time, in Austria? L’AMS può aiutare in questo senso?
    Grazie!

  33. Fra scrive:

    Buongiorno vivo da circa due anni in Austria non conosco il modello u1 vorrei capire benefici mi portrebbe qui in Austria ?un altra domanda vivo in un appartamento del mio datore di lavoro con mia moglie che però lavora in un hotel differente, se venissi licenziato perderei anche alloggio, AMS mi aiuterebbe a cercare un altro alloggio e aiutarmi a pagare le spese ,così da non rimanere totalmente in mezzo alla strada, e considerando che mia moglie ha un lavoro ?

    1. Paolo scrive:

      Il modello U1 riporta i periodi in cui hai versato la previdenza sociale in Italia, serve perchè gli uffici dell’Austria ovviamente non possono sapere se hai lavorato o meno in Italia e questo documento serve a dimostrarlo. Riguardo all’appartamento, l’AMS può solo aiutare a trovare lavoro, non credo che abbiano aiuti riguardo a casa o simili.

  34. Alessandra scrive:

    Salve sono italiana e vorrei venire a Vienna a cercar lavoro ma non parlo il tedesco.Appena arrivo dove posso rivolgermi?

    1. Paolo scrive:

      Puoi rivolgerti all’AMS ma senza tedesco è veramente difficile trovare lavoro. Ti consiglio prima di fare almeno un corso per arrivare ad un livello B1-B2.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa