Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Marina
Lavoro
Lascia un commento
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Vota!)
Loading...

Trovare lavoro come babysitter o Au Pair a Vienna

Tra i 17.831 italiani in Austria oltre agli studenti ed ai lavoratori ci sono anche molti “pulcini”.

Quando la mamma e il babbo sono impegnati al lavoro, ed i nonni non sono nelle immediate vicinanze, inizia la ricerca di una persona che possa prendersi cura dei propri figli.

Spesso i genitori pubblicano annunci online per trovare coloro che affiancheranno i bimbi durante le loro assenze.

Ma dove ci sono queste offerte di lavoro?

Aupair- world, Betreut e Unijobs sono delle piattaforme utili per aspiranti babysitter, tate, bambinaie, Au Pair ecc.ecc.

Diverse associazioni come Hilfswerk offrono a prezzi accessibili (8 ore a 35€/ 16 ore a 60€) dei corsi per babysitter (Kinderbetreuungskurse) che comprendono anche lezioni di pronto soccorso.

Non sono poche le famiglie in Austria che desiderano una babysitter di madrelingua italiana.

Federica, un’ italiana a Vienna, ci racconta un aneddoto legato alla sua esperienza:

Fino a giugno 2013 ho seguito un bimbo italiano, ho cominciato quando aveva 8 mesi fino ai 2 anni.

Mi divertivo molto, andavamo in giro sul tram ‘tam’ che lui adorava, giocavamo nei parchi e salutavamo qualsiasi cosa quando dovevamo andar via per l’ora della pappa.

Ad esempio se stavamo giocando con una pozzanghera dicevamo ‘ta tao fango a dopo’ perché anche il fango sarebbe dovuto andare a mangiare – era l’unico modo dolce per portarlo a casa senza proteste.

Pazienza, affetto, creatività e fantasia sono le caratteristiche necessarie per svolgere questo lavoro ma soprattutto per conquistare il cuore dei più piccini!

Avete lavorato come babysitter o Au Pair a Vienna? Raccontateci la vostra esperienza!

email
Marina

Scritto da Marina

È un'altoatesina a Vienna, ma toscana nel cuore. Marina di nome e di fatto, quando può scappa al mare. Non beve la birra, non arriva (quasi) mai puntuale, non vuole un “aifone” ma grazie al lavoro sta mutando in una piccola nerd. Nella vita privata però preferisce l'analogico: post-it, agenda e una paperella scaldaletto. Dicono che sia “l e n t a, dolce e con quel leggero tocco di follia.” Quando a Vienna non nevica (quando...), insegue i sogni in bicicletta e li intrappola in una fotografia istantanea. Click.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa