Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Informazioni utili
2 commenti
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Vota!)
Loading...

Controllo annuale della caldaia, già fatto?

Con l’arrivo dell’autunno uno dei pensieri ricorrenti è quanti giorni dovranno ancora passare prima di dover accendere il riscaldamento.

Prima che arrivi il vero freddo è però importante non dimenticare di effettuare l’annuale controllo della caldaia.

Avendo la maggior parte degli appartamenti di Vienna un riscaldamento autonomo il controllo ricade infatti tra le responsabilità dell’affittuario.

Anche se la manutenzione annuale non è obbligatiora per legge, è sicuramente fortemente consigliato farla.

Un tema invece poco chiaro e molto dibattuto riguarda chi debba pagare i costi di manutenzione.

Negli ultimi anni ci sono stati infatti varie sentenze dei tribunali che hanno obbligato in un caso il propretario e nell’altro l’affittuario a pagare la manutenzione annuale della caldaia. Una legge che renda chiaro questo aspetto non è purtroppo al momento presente.

L’unico modo per essere sicuri di quali siano i propri diritti e doveri è quindi tramite il contratto di affitto.

In esso è possibile che sia esplicitamente definito quale delle due parti (affittuario o propretario) debba provvedere per i costi di riparazione della caldaia oppure come spesso accade che sia formulato in generale chi deve sostenere i costi di manutenzione dell’appartamento.

Una lettera attenta del contratto di affitto – e una eventuale chiarificazione con il propretario o con l’amministratore (Hausverwaltung) – può sicuramente prevenire da problemi in futuro.

Un aspetto importante a favore della manutenzione annuale della caldaia riguarda inoltre la garanzia della caldaia stessa. Per la maggior parte dei produttori questa sarà valida infatti solamente se la caldaia acquistata sarà stata controllata regolamente.

Il costo per la manutenzione della caldaia si aggira intorno ai 100 € , ma è sicuramente possibile risparmiare tramite vari portali internet come www.my-hammer.at o informandosi in anticipo presso vari installatori.

Un controllo della caldaia annuale – indipendentemente che siate voi o il propretario a pagare – è comunque fortemente consigliato per evitare eventuali problemi durante i mesi invernali.

Rimanere al freddo quando la temperatura scende sotto lo zero non è sicuramente piacevole ma soprattutto una caldaia malfunzionante può essere un grande rischio per la salute.

Ogni anno purtroppo si leggono sempre notizie di intossicazioni o addirittura decessi a causa di perdite di monossido di carbonio da caldaie che non sono state controllate, attenzione quindi!

email

Scritto da Paolo

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

2 Commenti
  1. Andy scrive:

    un ottimo consiglio per chi ha il riscaldamento autonomo a gas. Chi come me (e a Vienna sono penso la maggioranza) ha l’appartamento riscaldato e acquacaldato con la fernwärme non ha questo problema

  2. Stefano il Bolognese scrive:

    Caro Paolo e tutti i miei connazionali,

    per prima cosa alle THERME a gas viene dato dopo il controllo, una placketta (quasi sempre dentro alla therma), essa viene controllata dai spazzacamini annualmente, e come per le auto ha un termine.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa