Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Eventi
4 commenti

“Ruby Rubacuori” al ballo dell’Opera?

Negli ultimi giorni è apparsa su vari giornali sia italiani che austriaci la notizia che molto probabilmente ad accompagnare Richard Lugner al ballo dell’Opera di Vienna quest’anno ci sarà Karima El Mahroug, meglio conosciuta come Ruby Rubacuori.

Preferisco lasciare a voi i commenti alla notizia, e utilizzare invece questo spazio per riassumere qualche informazione interessante su ballo famoso dell’Austria.

La storia del ballo dell’Opera

Il ballo dell’Opera ha le sue radici nel 1877 con l’Imperatore Francesco Giuseppe, il quale per primo permise di ballare all’interno dell’Opera di Vienna, solitamente utilizzato per concerti e rappresentazioni teatrali . Nella forma attuale il primo Operball si tenne il 26. gennaio 1935 e da allora ogni giovedi grasso di Carnevale viene ripetuta tradizione. Quest’anno il ballo si terrà il 3. marzo 2011, a partire  dalle 21.00 circa.

Ingresso e abbigliamento

In base a quello che ho letto sui giornali sembra che i biglietti siano già tutti esauriti. Se foste comunque interessati a partecipare, il costo per il biglietto d’ingresso è di ben 230 €, e se desideraste prenotare un tavolino o addirittura una loggia per voi e i vostri ospiti potreste pagare fino a 17.000 € (bevande escluse!).

L’abbigliamento per la serata comprende un vestito lungo da sera per le signore mentre il frack per gli uomini è ovviamente d’obbligo.

La cerimonia di apertura e altri momenti particolari

Il momento più tradizionale del ballo dell’Opera è la cerimonia di apertura, visto in Austria anche come il momento dell’ingresso in società dei rampolli dei politici e delle famiglie più in vista di Vienna.

Dopo l’ingresso del presidente della Repubblica nella loggia imperiale viene suonato l’inno nazionale austriaco e l’inno europeo. La cerimonia prosegue con l’ingresso dei debuttanti che eseguono una coreografia insieme ad altri famosi artisti e ballerini. Conclusa la cerimonia, al comando “Alles Walzer” la pista da ballo viene aperta per tutti i presenti e viene suonato “Sul bel Danubio blu” di Johann Strauß.

Allo scoccare della mezzanotte è il momento della Mitternachtsquadrille (Quadriglia di mezzanotte), un ballo folkloristico che viene danzato da tutti i presenti all’unisono.

Infine, come vuola la tradizione, alle 5 del mattino in punto finisce il ballo dell’opera dopo che l’orchesta ha suonato le melodie “Donauwalzer”, “Radetzkymarsch” e “Brüderlein fein”.

In alternativa: Rosenball!

Un ballo di tutt’altro tipo che si tiene lo stesso giorno è il Rosenball, dove il motto è sorprendere, provocare ed esagerare.  Il ballo nasce dalla comunità omosessuale viennese, ma è diventato oramai famoso come luogo d’incontro per gli ospiti del ballo dell’opera che ad una certa ora si spostano  dal ballo dell’opera al Rosenball per concludere la serata. Quest’anno viene festeggiato il ventennale del Rosenball, che dal 2007 si tiene nel Palais Auersperg. L’ingresso è di 50 € (40 € in prevendita), inizio alle ore 22.00.

E voi cosa ne pensate? Andrete al ballo dell’Opera (o al Rosenball)?

email

Scritto da Paolo

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

4 Commenti
  1. Nicola il Toscano scrive:

    Ciao Paolo sono un ragazzo toscano di 22 anni che da pochi mesi è tornato qui in italia, ho vissuto a Vienna un anno e mezzo e mi manca tantissimo…..SONO A dir poco allibito da quanto hai esposto con questa notizia…non vorrei che i nostri cugini austriaci si facessero trascinare dentro a tante sporcizie televisive come il nostro Premier ha già consolidato con le sue emittenti….L’austria tutto sommato mi sembra una nazione con cervello per adesso!

    ps. ho scoperto da poco il tuo blog lo seguirò assiuduamente! a presto

    1. Paolo scrive:

      Ciai Nicola, grazie del tuo commento!

      In effetti l’arrivo della “Ruby” è stato presentato come abbastanza scandaloso nei media austriaci negli ultimi giorni e volevano quasi impedire al Richard Lugner di partecipare, ma d’altra parte ha portato un sacco di pubblicità veramente mondiale al Ballo dell’Opera come negli ultimi anni non si era mai visto.

      Non credo infatti che l’Austria sia poi così diversa dall’Italia in certe cose (anche se cerca di nasconderlo con il perbenismo).

      Comunque come mai sei tornato in Italia? Cosa facevi a Vienna?

      1. Nicola scrive:

        Il piacere di avere contatto con un connazionale è mio, se mi lasci la tua e-mail personale ti racconto un pò la storia 🙂
        Questa cosa degli Austriaci e del perbenismo l’ho appurata anche io 😛 il fatto è che Loro all’immagine internazionale ci tengono, noi ci facciamo sputtanre grazie al nostro Messia Silvio anche a Singapore!

        ich wollte nur sagen, dass ♥ Wien♥ im meinem ♥ Herz♥ ist ! è corretto? 😛

        1. Paolo scrive:

          Volentieri vorrei sapere la tua storia, mi puoi scrivere a paolo@quivienna.com e se vuoi anche scrivere la tua esperienza per il blog sei ovviamente il benvenuto.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa