Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Elezioni all'estero
2 commenti
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Vota!)
Loading...

Come votare all’estero per le Elezioni Europee 2014

Tra il 22. e 25. Maggio 2014 si terranno in tutti i 28 Stati dell’Unione Europea le elezioni per eleggere il nuovo Parlamento Europeo.

Saranno le ottave elezioni dal 1979 e le prime a cui partecipa la Croazia insieme agli altri stati membri. Più di 400 milioni di persone hanno diritto di voto.

Le possibilità disponibili per gli italiani all’estero per esercitare il proprio diritto di voto sono diverse, vediamole con ordine:

Italiani iscritti all’AIRE che vogliono votare per le liste e i candidati italiani

I cittadini residenti all’estero iscritti all’AIRE possono votare presso i seggi italiani che saranno istituti nelle sedi diplomatico-consolari nel Paese estero di residenza.

Per le elezioni europee infatti non è previsto il voto per corrispondenza.

Gli elettori che hanno diritto al voto riceveranno a casa da parte del Ministero dell’Interno italiano il certificato elettorale con l’indicazione del seggio presso il quale votare, della data e dell’orario delle votazioni.

Se si ha già votato in precedenza per le elezioni Europee in un altro Paese al di fuori dell’Italia, è necessario controllare di non aver già esercitato l’opzione per votare per i candidati del nuovo Paese di residenza ed eventualmente revocarla.

Gli stessi cittadini possono inoltre optare di votare direttamente in Italia, facendone domanda all’ufficio elettorale del proprio Comune italiano di riferimento entro il giorno precedente alla votazione, esibendo il certificato elettorale ricevuto al proprio domicilio estero.

Per chi non è ancora iscritto all’AIRE al momento non è chiaro fino a quale data è possibile iscriversi per poter esercitare il proprio diritto di voto, ma consiglio di farlo entro il 6. Marzo 2014 (vedi sezione “italiani temporaneamente all’estero”).

Italiani che vogliono votare per i candidati del Paese (estero) di residenza

Per le elezioni del Parlamento Europee esiste la possibilità di esprimere il proprio voto per i candidati del Paese in cui si risiede. In pratica noi italiani residenti in Austria abbiamo la possibilità di votare per i candidati austriaci.

Per fare questo è necessario iscriversi all’albo degli elettori del Paese europeo in cui si risiede, e votare seguendo le date e regole di voto e per i candidati del Paese ospitante.

In Austria le elezioni per il Parlamaneto Europeo si svolgeranno il 25. Maggio 2014.

Per poter votare è necessario avere la residenza in Austria (“Hauptwohnsitz“, non basta il domicilio “Nebenwohnsitz”), ed iscriversi all’albo degli elettori (Europa-Wählerevidenz) entro l’11. Marzo 2014 (Stichtag zur Wahl).

Per iscriversi bisogna stampare e compilare i due seguenti moduli:

E consegnarli personalmente o inviarli per posta al MA 62 insieme ad una copia di un documento d’identità:

Wiener Wählerevidenz (MA 62)
8., Lerchenfelder Straße 4
Telefon: +43 1 4000-89404
Fax: +43 1 4000-99-89404
E-Mail: wahl@ma62.wien.gv.at

Le istruzioni per il voto saranno poi comunicate dalle autorità austriache.

Maggiori informazioni sul sito web Europa-Wählerevidenz

Italiani temporaneamente all’estero

I cittadini italiani che si trovano temporaneamente all’estero per motivi di lavoro o studio e che non sono soggetti all’obbligo di iscrizione all’AIRE, hanno la possibilità di esercitare il proprio diritto di voto per i candidati italiani al Parlamento Europeo presso le sezioni elettorali istituite in Austria (Tale facoltà si estende anche ai loro familiari conviventi).

Al fine di poter usufrire di questa possibilità è necessario far pervenire entro il 6. Marzo 2014 una apposita domanda tramite il modulo predisposto alla Cancelleria Consolare del Paese in cui ci si trova.

Le domande dovranno essere corredate dall’indicazione specifica dei motivi per i quali il connazionale si trova all’estero.

Inoltre devono essere corredate dell’attestazione del datore di lavoro o dell’istituto od ente presso il quale il connazionale svolge la sua attività di studio, ovvero da dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000 (modulo 2), che contenga l’indicazione dell’attività di lavoro o studio svolta dal connazionale, ovvero la sua qualità di familiare convivente.

Per l’Austria le domande possono essere consegnate personalmente oppure inviate per posta (con copia di un documento di identità del richiedente) alla Cancelleria Consolare di Vienna:

Konsularabteilung der Italienischen Botschaft
Ungargasse 43
1030 Wien
Fax: (0043 1) 715 40 30

Oppure inviate per posta elettronica scansionando i documenti richiesti e inviandoli all’indirizzo consolato.vienna@esteri.it

email

Scritto da Paolo

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

2 Commenti
  1. […] Come avevo già scritto, per le Elezioni Europee non è previsto il voto per corrispondenza, e saranno quindi istituiti vari seggi elettorali nelle maggiori città austriache. […]

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa