Menu leonardo d'alessandro - consulenza commerciale
Curiosita'
3 commenti
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Vota!)
Loading...

Il miracolo di Cordoba: la leggendaria partita di calcio tra Austria e Germania

Se vi è mai capitato di seguire almeno una partita della nazionale austriaca, forse avrete già sentito parlare del “Wunder von Cordoba“, il miracolo di Cordoba.

Con questo nome viene ricordata una partita disputata tra la nazionale austriaca e quella tedesca durante il mondiale 1978 in Argentina entrata negli annali della storia del calcio delle due nazioni.

L’Austria riuscì infatti nell’impresa di sconfiggere la Germania – campione del mondo nel 1974 – in una partita molto combattuta per 3 -2 e ad escluderla quindi dal torneo.

Mentre per l’Austria – che in seguito non riuscirà mai più a battere la rivale Germania – fu un vero e proprio trionfo morale, per la Germania fu una catastrofe. Ancora oggi questa partita è infatti conosciuta in Germania come “Schmach von Cordoba” (lo smacco di Cordoba).

Il fatto forse più interessante è che l’Austria non riuscì comunque a tratte alcun vantaggio dalla vittoria.

Infatti la squadra austriaca avendo già perso le prime due partite non avrebbe passato il turno in ogni caso, ma fu una vera e propria vittoria morale della piccola Austria che portò fama e gloria ai giocatori del tempo, come Hans Krankl o Herbert Prohaska.

Anche a distanza di più di 30 anni dalla partita, ogni volta che le due squadre si incontrano in una competizione ufficiale – come per esempio agli Europei 2004 o nelle qualificazioni per gli Europei 2012 – la stampa e i fans austriaci sperano sempre in un nuovo miracolo di Cordoba.

L’immagine più famosa della partita è sicuramente la telecronaca del commentatore austriaco Edi Finger, che si lasciò trascinare in un’esultanza come se l’Austria stesse per vincere la coppa del mondo, e che rappresenta più di ogni altro l’emozione e il significato di quella partita per l’Austria:

L’Austria incontrerà ancora una volta la Germania nel girone di qualificazione per i mondiali del 2014, riuscirà a ripetere il miracolo di Cordoba?

email

Scritto da Paolo

Vivo a Vienna dal 2004 e mi occupo di programmazione, consulenza web e marketing. Ho creato QuiVienna nel 2011 come luogo di raccolta di notizie ed esperienze per gli italiani a Vienna.

3 Commenti
  1. david ha detto:

    cordoba é divenuto un vero e proprio marchio, che viene riproposto ogni qualvolta ci sia una competizione internazionale (anche senza la partecipazione dell’austria, il che dal 1998 ad oggi avviene con regolarità, eccezzion fatta per gli europei 2008)!

    molto meno propagato (ovviamente) viene l’incontro disputatosi 4 anni più tardi ai mondiali spagnoli, quando aut e ger si ritrovarono nuovamente assieme nel girone b. all’ultima giornata l’aut era già qualificata, mentre alla ger serviva una vittoria. e l’ultimo turno propose l’incontro aut-ger e ne venne fuori il più classico dei “biscottoni”, con la ger che vinse per 1:0, in un’incontro caratterizzato da 2 fatti: ger subito in gol e poi il nulla per il resto della partita con i tifosi a fischiare le due compagini.
    da come si dice, quella gara indusse la fifa a cambiare le regole e dal mondiale 86 introdusse l’obbligo di fare giocare in contemporanea l’ultima gara dei gruppi, per evitare altre truffe del genere.

    a pagare le spese di quella combine fu la sopresa algeria. e come finì il mondiale per le due formazioni truffaldine? l’austria venne eliminata dalla competizione al turno successivo, mentre la germania…, beh questo spero non dovervelo raccontare, quanto giovani anche siate…

    http://storiedicalcio.altervista.org/germania-austria-mondiali-1982.html

    1. Paolo ha detto:

      Molto interessante! Non conoscevo questo episodio dei mondiali 82… lo ricorderò sicuramente ai miei amici austriaci la prossima volta che parlano male della Germania :-D

  2. cordoba ha detto:

    Mentre per l’Austria – che in seguito non riuscirà mai più a battere la rivale Germania

    lol – look ->

    Österreich – Deutschland
    4:1 (0:0)

    Freundschaftsspiele 1986,
    29.10.1986,
    Ernst-Happel-Stadion (Wien), 55.000 Zuschauer
    Schiedsrichter: Luigi Agnolin (Italien)

    1:0 Toni Polster 57. (Handelfmeter)
    1:1 Rudi Völler 59.
    2:1 Toni Polster 63. (Foulelfmeter)
    3:1 R. Kienast 68.
    4:1 R. Kienast 76.

Lascia un commento

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.

Iscriviti alla newsletter di QuiVienna e ricevi GRATIS la guida esclusiva Vienna Low Cost!
Non mi interessa